Il rischio di ospedalizzazione è il doppio del delta

Uno studio suggerisce che il rischio di ricovero può essere doppio rispetto alla variante delta di MERS-CoV rispetto alla variante alfa. I ricercatori dell’Università di Cambridge e della Public Health England hanno valutato oltre 40.000 casi di coronavirus in Inghilterra tra la fine di marzo e la fine di maggio 2021 per il loro studio. I risultati, pubblicati su The Lancet Infectious Diseases, potrebbero essere principalmente correlati ai rischi per i non vaccinati. Per le persone completamente vaccinate, i dati non consentono alcuna conclusione.

Finora, gli studi hanno principalmente dimostrato la trasmissibilità della variabile delta. Non c’erano dati affidabili sui rischi di sessioni di allenamento intense. Gli scienziati hanno ora utilizzato i risultati di decine di migliaia di test positivi che sono stati assegnati a delta o alfa tramite analisi genetiche. Di conseguenza, il delta era destinato a essere circa 9000 e circa 35.000 ad alfa. In relazione a ciò, i ricercatori hanno esaminato il numero di ricoveri.

Dopo aver aggiustato i dati per fattori come l’età e le caratteristiche demografiche che in genere favoriscono il rischio di malattie gravi, hanno riscontrato un rischio medio di 2,26 volte di ospedalizzazione entro due settimane dal delta test. Di conseguenza, il rischio di aver bisogno di una visita al pronto soccorso o di un ricovero in ospedale entro 14 giorni era 1,45 volte più alto con delta che con alfa.

Degli oltre 40.000 casi esaminati nello studio, solo l’1,8% è stato completamente vaccinato, il che i ricercatori interpretano come una rinnovata conferma che i vaccini sono altamente efficaci nel proteggere le persone. Il settantaquattro percento delle persone infette non è stato vaccinato e il 24 percento è stato vaccinato solo parzialmente, il che significa che hanno ricevuto solo una dose circa del vaccino. A causa della scarsità di dati disponibili per questo scopo, i ricercatori non possono trarre alcuna conclusione sull’esistenza di un rischio più elevato di malattia grave in coloro che sono stati vaccinati.

READ  I ricercatori dicono che i maiali possono imparare a manipolare il joystick e interagire con lo schermo di un videogioco

“La nostra valutazione mostra che un’epidemia delta senza vaccinazione rappresenta un onere molto maggiore per il sistema sanitario rispetto a un’epidemia alfa”, ha affermato uno degli autori dello studio, Anne Brisanis dell’Università di Cambridge. “Avere una vaccinazione completa è fondamentale per ridurre il rischio di un individuo di sviluppare un’infezione sintomatica e ridurre il rischio di malattie gravi e di ospedalizzazione per infezione delta”. Gli autori citano debolezze nel loro studio in quanto non disponevano di dati sui loro pazienti con condizioni preesistenti. Inoltre, dicono, le regole di ricovero potrebbero essere cambiate durante il periodo di prova. I ricercatori hanno almeno cercato di ridurre questi fattori nei loro calcoli.

Fotografia di Olga Kononenko

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x