― Advertisement ―

spot_img
HomescienceIl ritorno sulla Terra del Boeing Starliner è stato rinviato, la NASA...

Il ritorno sulla Terra del Boeing Starliner è stato rinviato, la NASA afferma che non è stata fissata alcuna nuova data

Washington: La NASA ha dichiarato venerdì che il ritorno del Boeing Starliner sulla Terra dalla Stazione Spaziale Internazionale con il suo primo equipaggio di astronauti è stato rinviato.

La NASA non ha fornito una nuova data, sollevando dubbi su quando torneranno gli astronauti, poiché ulteriori test e problemi tecnici portano a ulteriori ritardi.

Il ritorno sulla Terra era previsto in precedenza per il 26 giugno

L'equipaggio degli astronauti americani Butch Wilmore e Sonny Williams è decollato il 5 giugno come tentativo finale per la certificazione di volo di routine della NASA.

I test dell’equipaggio del veicolo spaziale, che è stato testato nello spazio due volte dal 2019 senza esseri umani a bordo, hanno dovuto affrontare cinque guasti a 28 propulsori di manovra, cinque perdite di elio destinate a stressare tali propulsori e un propulsore che si muoveva lentamente. LED che indica problemi irrisolti del passato.

I problemi e i test aggiuntivi che la NASA e la Boeing hanno dovuto condurre sollevano la questione di quando esattamente Starliner sarà in grado di riportare a casa il suo equipaggio, e si aggiungono alla più ampia lista di problemi che Boeing ha con il suo programma Starliner. La società ha speso 1,5 miliardi di dollari in superamento dei costi oltre a un contratto di sviluppo della NASA da 4,5 miliardi di dollari.

La NASA vuole che lo Starliner diventi un secondo veicolo spaziale americano in grado di traghettare gli astronauti da e verso la Stazione Spaziale Internazionale insieme al Crew Dragon di SpaceX, che è il volo principale dell'agenzia dal 2020. Il programma Starliner di Boeing è stato afflitto da problemi software e problemi di progettazione e controversie con i subappaltatori per anni. .

Quando lo Starliner raggiunse le vicinanze della stazione spaziale per l'attracco il 6 giugno, cinque malfunzionamenti della propulsione impedirono alla navicella di avvicinarsi finché la Boeing non avesse potuto eseguire la riparazione. L'azienda ha riscritto il software e modificato alcune procedure per ripristinarne quattro e procedere con il processo di docking.

La separazione e il ritorno sulla Terra di Starliner rappresentano le fasi più complesse della missione di prova della navicella. I funzionari della NASA hanno affermato di voler comprendere meglio la causa del guasto alla propulsione, del problema alla valvola e della perdita di elio prima che lo Starliner inizi il suo viaggio di ritorno di circa sei ore.

Mentre solo un motore rimane morto durante il volo attuale dello Starliner, Boeing ha riscontrato quattro problemi di propulsione durante il ritorno senza pilota della capsula dallo spazio nel 2022.

Un portavoce della NASA ha detto a Reuters che, secondo le regole di volo sviluppate congiuntamente da Boeing e NASA, i motori di manovra dello Starliner devono consentire almeno “6 gradi di libertà di controllo”, ciascuno con un motore di riserva.

Ciò potrebbe significare che almeno 12 dei 28 propulsori – la maggior parte dei quali di riserva – sono necessari per un volo sicuro, o forse meno, purché i restanti propulsori abbiano un motore di riserva e possano lavorare insieme in modo da non limitare la capacità di volo. La capacità dello Starliner. Libertà di movimento nello spazio.