Il Senato dell’Arizona emette un nuovo mandato di comparizione per rivedere le elezioni presidenziali del 2020

Due dei migliori repubblicani del Senato dell’Arizona hanno emesso due nuovi mandati di comparizione lunedì in ritardo per i materiali delle elezioni del 2020 mentre cercano di continuare la revisione senza precedenti della perdita dell’ex presidente Donald Trump nella contea di Maricopa.

Le citazioni in giudizio emesse dal presidente del Senato Karen Fan e dal presidente della commissione giudiziaria Warren Petersen hanno creato un nuovo stallo con i leader repubblicani della contea di Maricopa, che hanno promesso di interrompere la produzione di materiali per la revisione del Senato. Dicono che la revisione è gestita da persone incompetenti e hanno già dato tutto il necessario per rivedere il conteggio dei voti del 2020.

Fann e Petersen hanno anche inviato, per la prima volta, un mandato di comparizione a Dominion Voting Systems Inc. , che produceva macchine per il voto nella contea di Maricopa ed era bersaglio di false teorie cospirative secondo cui le sue macchine erano contaminate da interferenze straniere.

La storia continua sotto l’annuncio

È probabile che le citazioni in giudizio siano inapplicabili, almeno per il prossimo futuro. Il Senato non è in sessione, e anche se lo fosse, Van e Petersen non hanno i voti necessari per arrestare o punire i funzionari della contea se si rifiutano di obbedire. Ma le nuove richieste arrivano giorni dopo che Trump si è rivolto a migliaia di sostenitori nel centro di Phoenix, utilizzando una revisione del Senato per fare una serie di affermazioni fasulle per rafforzare la sua falsa narrativa secondo cui la vittoria del presidente Joe Biden era illegittima.

READ  La moglie di Kim Corea del Nord appare pubblicamente per la prima volta in un anno | Notizie di politica

Fan ha emesso il suo primo mandato di comparizione alla fine dello scorso anno, mentre Trump e i suoi alleati cercavano materiali a sostegno delle loro false accuse di irregolarità elettorali prima che il presidente Joe Biden fosse ufficialmente certificato come vincitore il 6 gennaio. Il mandato di comparizione è stato riemesso all’inizio di quest’anno e la contea di Maricopa, che comprende l’area di Phoenix e il 60% degli elettori dell’Arizona, ha consegnato oltre 2,1 milioni di schede elettorali, centinaia di macchine per il conteggio e terabyte di dati.

I materiali sono stati consegnati agli appaltatori che Van aveva assunto per condurre un accurato audit elettorale, che Trump ha perso di poco.

Fan afferma che il suo obiettivo non è ribaltare le elezioni del 2020, ma vedere se sono necessarie modifiche alla legge statale per andare avanti. Ma il controllo è condotto da un’azienda inesperta, Cyber ​​Ninjas, guidata da un sostenitore di Trump che ha promosso teorie cospirative sulle elezioni. È diventata un’ossessione per molti sostenitori di Trump che sperano che emergano prove a sostegno delle accuse di frode.

L’ultimo mandato di comparizione richiede alla contea di consegnare le buste di tutte le schede o le foto inviate per posta, i router di rete e i registri del traffico, i registri dettagliati della registrazione degli elettori con la data di modifica e i registri delle pertinenti violazioni della sicurezza dei sistemi elettorali.

Fann e Petersen chiedono inoltre a Dominion di concedere ai propri appaltatori l’accesso a livello di amministratore a tutti gli strumenti di pianificazione utilizzati nella contea di Maricopa.

I revisori hanno lottato per mesi per ottenere i codici di sicurezza necessari per accedere alle configurazioni interne della tavola dei circuiti. Dominion ha rifiutato di fornire questo accesso, affermando che avrebbe cooperato solo con società approvate dalla Commissione di assistenza elettorale degli Stati Uniti.

“Rilasciare la proprietà intellettuale di Dominion a un attore non approvato, prevenuto e manifestamente inaffidabile come CyberNinjas sarebbe avventato, causando danni irreparabili agli interessi commerciali dell’azienda e agli interessi di sicurezza elettorale del Paese”, si legge in una dichiarazione della società. a maggio. “Nessuna azienda dovrebbe essere costretta a impegnarsi in un’azione così irresponsabile”.

Dominion ha collaborato con due società certificate che la contea ha affittato all’inizio di quest’anno, entrambe le quali non hanno riscontrato problemi con le elezioni.

Fields Moseley, portavoce del consiglio dei supervisori della contea di Maricopa, ha affermato che il consiglio esaminerà la citazione con i suoi avvocati e risponderà nei prossimi giorni. Ha affermato che il boicottaggio “ha già fornito tutto ciò di cui i revisori competenti hanno bisogno per garantire l’accuratezza e la sicurezza delle elezioni del 2020”.

È improbabile che i nuovi mandati di comparizione risolvano l’impasse. Fann da solo non ha il potere di insultare i funzionari della contea se ignorano una richiesta di documenti.

Il senatore repubblicano Paul Boyer, che ha votato con tutti i democratici contro il disprezzo per i funzionari della contea all’inizio di quest’anno, non ha esitato. Ha descritto gli appaltatori del Senato come inesperti e di parte, e ha detto che l’esame è diventato un imbarazzo per il Partito Repubblicano.

La senatrice repubblicana Michele Augente-Rita ha dichiarato sabato di non poter più sostenere una “revisione di Trump”.

La storia continua sotto l’annuncio

“Volevo rivedere i nostri processi elettorali e vedere cosa, se non altro, potrebbe essere migliorato”, ha scritto Ugenti-Rita su Twitter. “Purtroppo, ora è chiaro che l’audit è un fallimento”.

READ  I talebani ammettono di aver ucciso un comico afgano per processare presunti assassini | notizie asiatiche

Le nostre newsletter sugli aggiornamenti mattutini e serali sono state scritte dagli editori di Globe, fornendo un riassunto conciso dei principali titoli della giornata. Registrati oggi.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x