Il sondaggio di opinione pubblica classifica le priorità globali per gli obiettivi di sviluppo sostenibile | notizie | Centro di conoscenza SDG

Un sondaggio Ipsos per il World Economic Forum ha classificato le priorità degli obiettivi di sviluppo sostenibile per un pubblico globale. Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2 (sradicare la fame), 1 (sradicare la povertà) e 3 (buona salute e benessere) sono emersi come le prime tre priorità nell’opinione pubblica, con “un notevole consenso tra i cittadini di tutte le regioni del mondo”.

Ipsos è una società di analisi e approfondimenti. Il sondaggio, condotto in collaborazione con il World Economic Forum, ha anche rilevato che è più probabile che i governi rispetto alle imprese e ai cittadini non siano considerati sufficientemente responsabili per il raggiungimento degli SDG, suggerendo che i governi sono considerati più responsabili per gli SDGs.

Il sondaggio è stato completato da 20.000 adulti in 28 paesi tra il 23 aprile e il 7 maggio 2021.

Seguendo gli SDGs 2, 1 e 3, nove paesi condividono le seguenti tre priorità: acqua pulita e servizi igienico-sanitari (obiettivo 6), lavoro dignitoso e crescita economica (obiettivo 8) e istruzione di qualità (obiettivo 4).

Solo altri cinque SDG appaiono in cima alle priorità di qualsiasi paese:

  • Obiettivo 13 (azione per il clima) nel Regno Unito;
  • Obiettivo 14 (Life Underwater) in Germania;
  • Obiettivo 16 (Pace, Giustizia e Istituzioni Forti) Repubblica di Corea;
  • Obiettivo 10 (ridurre le disuguaglianze) in Belgio; E il
  • Obiettivo 5 (parità di genere) in India.

In tutti i paesi inclusi, in media la metà degli intervistati ha affermato che il proprio governo ha una parte di responsabilità inferiore alla propria per il raggiungimento degli SDG. Questa percezione è più forte in Ungheria, Colombia, Sud Africa e Brasile.

A livello globale, più della metà delle persone intervistate ritiene che le imprese stiano facendo abbastanza per raggiungere gli obiettivi e che la maggior parte delle persone nel proprio paese si impegni a raggiungerli.

READ  Ecco cosa succede se non accetti la nuova politica sulla privacy di WhatsApp

Circa quattro intervistati su dieci hanno affermato che le aziende nel loro paese stanno evitando la responsabilità per il raggiungimento degli SDG, con la maggior parte che adotta questo punto di vista in Cile, Canada, Turchia, Regno Unito, Italia, Ungheria e Colombia. Altri quattro su dieci affermano che “la maggior parte delle persone” nel proprio paese non sta facendo abbastanza. La maggioranza sostiene questa opinione in Turchia, Ungheria, Italia e Canada. [WEF press release] [Ipsos press release]

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x