Il tribunale russo revoca la licenza di stampa a uno degli ultimi giornali indipendenti del Paese

Kirill Strimosov, vice capo dell’amministrazione Kherson sostenuta dalla Russia, è raffigurato nel suo ufficio a Kherson il 20 luglio (AFP/Getty Images)

Prevede di tenere a Referendum Kirill Strimosov, vice capo dell’amministrazione nella regione sostenuta dalla Russia, ha affermato che la regione ucraina di Kherson, che è diventata parte della Russia, è stata posticipata.

“La regione di Kherson è pronta a tenere un referendum sull’adesione alla Federazione Russa, ma è stato interrotto a causa della situazione della sicurezza”, ha affermato l’agenzia di stampa russa TASS.

Funzionari ucraini e statunitensi hanno a lungo criticato gli sforzi russi per tenere referendum fasulli a Kherson e in altre aree dell’Ucraina occupate dai russi.

I commenti di Strimosov arrivano una settimana dopo che l’Ucraina ha annunciato che la sua tanto attesa offensiva per riconquistare Kherson era iniziata. Da allora, ci sono stati dozzine di attacchi contro le truppe e le infrastrutture russe a Kherson.

Il vice primo ministro ucraino Irina Vereshchuk ha descritto il referendum come una “farsa e un circo” e ha avvertito i cittadini ucraini di non partecipare.

“Per quanto riguarda i nostri cittadini che saranno coinvolti in questo, questo è in realtà un articolo di diritto penale”, ha affermato. “Non partecipare a nessun ‘referendum’. Né la pressione, né l’incitamento alla forza e così via possono giustificare il fatto che qualcuno sia andato al ‘referendum'”, ha detto.

READ  La Russia nega che le tute da cosmonauta sostengano l'Ucraina

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x