Il turismo in Italia potrebbe essere colpito dal batterio mortale che infetta milioni di ulivi

Se hai intenzione di visitare l’Italia e sei ispirato dai meravigliosi uliveti, potresti sentirti un po’ deluso. I pittoreschi ulivi in ​​Italia sono stati infestati da batteri che ne hanno causato la distruzione. Secondo un rapporto di Bloomberg, il governo italiano ha ordinato lo sradicamento di 1.150 ulivi nella Piana degli Ulivi Monumentali conosciuta come Piana degli Ulivi Monumentali in Puglia, una regione dell’Italia meridionale, all’inizio di novembre 2021. L’area attira milioni di turisti e celebrità che potrebbero non vedere più l’attrazione principale della zona.

Il batterio, noto come Xylella fastidiosa, ha già infettato 20 milioni di ulivi sui 150 milioni di ulivi italiani, che, secondo Bloomberg, contribuivano fino alla metà della produzione annuale totale di olio d’oliva in Italia. Al fine di prevenire la diffusione di questo batterio tra gli altri ulivi, il governo italiano ha sradicato gli alberi infetti poiché sono stati trovati in una zona cuscinetto. Tuttavia, l’Italia non è stata la sola a essere colpita da questa piaga.

Uno studio del 2020 pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences of the United States of America (PNAS) prevedeva che l’Europa meridionale, già schiacciata dalla pandemia di coronavirus, potrebbe perdere almeno $ 22 miliardi (circa Rs 1,6 crore) durante il prossimo periodo è di 50 anni, se Xylella si diffonde.

I batteri hanno ucciso milioni di ulivi in ​​Italia dal 2013 e ora minacciano anche quelli in Spagna e Grecia. Lo studio ha indicato che questi paesi producono un totale del 95% dell’olio d’oliva in Europa. Secondo i ricercatori, nel 2013 è stato rilevato per la prima volta un ceppo batterico in territorio europeo oltre che in Italia, causando la sindrome della rapida degenerazione dell’olivo.

Secondo un rapporto di NPR, Xylella ha colpito principalmente mandorli e vigneti in Spagna. Blanca Landa, fitopatologo presso l’Istituto di agricoltura sostenibile del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo, ha detto a NPR che gli olivicoltori in Spagna devono rimanere vigili. “Non si sa mai cosa accadrebbe se gli agricoltori importassero piante non trasformate e introducessero qualcosa che potrebbe essere davvero pericoloso e distruggere completamente l’economia di un paese”, ha detto Landa a NPR.

Leggi tutte le ultime notizie, le ultime notizie e gli aggiornamenti in tempo reale della guerra Ucraina-Russia qui.

READ  6,4 terremoto di magnitudo in Croazia. La distruzione del centro Petringa, il crollo dell'ospedale e del manicomio: "È morta una ragazzina di dodici anni". Centrale nucleare chiusa in Slovenia - diretta

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x