In Italia scoppia una rissa per un pugile neonazista tatuato | Italia

Un incontro per il titolo di boxe ha suscitato polemiche in Italia dopo che è stato rivelato che uno dei concorrenti aveva più tatuaggi neonazisti.

pugile, Michelle Broily, Il 28enne ha perso domenica sera a Trieste il titolo superpiuma di Hassan Noureddine, 34 anni, in un match che ha riacceso le polemiche in Italia per l’esibizione di simboli nazisti e fascisti.

Le autorità sportive stanno studiando come il pugile avrebbe potuto tatuarsi Compresa la bandiera con la scritta SS Gli è stato permesso di essere un membro della Federazione Pugilato Professionistico Italiana (FPI).

“Quando sono salito sul ring e ho visto quei tatuaggi, sono rimasto scioccato” Noureddine, nato in Marocco e La stampa lo ha salutato come un eroe Dopo la sua vittoria, ha raccontato al quotidiano nazionale La Stampa.

La partita è stata trasmessa in diretta dalla Gazzetta dello Sport, il più grande quotidiano sportivo italiano. Il film ha indignato migliaia di spettatori, che si sono opposti ai numerosi simboli nazisti tatuati sul corpo di Brueli, tra cui il numero 88, il fanatico simbolo numerico bianco di Hitler; Il Cranio, il simbolo dell’unità paramilitare che aiutò a gestire i campi di concentramento nella Germania nazista; E il logo dell’organizzazione degli skinhead veneti. Prima della partita, Broilly ha fatto il saluto fascista al suo staff.

“Ho trovato quei tatuaggi osceni. Non c’è giustificazione”, ha detto Noureddine, che vive ad Asti, in Piemonte. “La Federazione Pugilistica Italiana avrebbe dovuto sapere fin dall’inizio che questo pugile ha tanta simpatia. L’incitamento all’odio è punibile per legge”.

La Federazione Pugilistica Italiana ha rilasciato un comunicato affermando che tutti i suoi iscritti devono astenersi da qualsiasi comportamento discriminatorio. Ha detto che avrebbe portato il caso all’Autorità per la giustizia sportiva. Tuttavia, la federazione non ha spiegato perché tale misura non sia stata adottata così presto nel torneo. Brueli ha segnato 16 partite da professionista prima dell’ultima partita di domenica.

READ  Cosa sapere su un altro popolare Spritz italiano

Secondo i media, il pugile non rischia solo di essere escluso dalla federazione boxe. Sul caso indaga anche la polizia La Procura di Trieste sta valutando se avviare un’indagine penale. La legge italiana proibisce i revival fascisti, incluso il saluto fascista, che comporta una pena fino a due anni di carcere, anche se raramente applicato, e gli investigatori potrebbero dover dimostrare che Broilly ha fatto la mossa nel contesto di un tentativo di risveglio fascista.

L’ex amministrazione di centrosinistra italiana ha redatto una legge nel 2017 per vietare tutti i simboli fascisti e nazisti, inclusa la distribuzione di armamentario fascista, ma non è riuscita a ottenere l’approvazione da entrambe le camere del parlamento.

Broilly ha rifiutato di commentare finora, ma il suo allenatore Dennis Conte ha detto all’agenzia di stampa ANSA: “Michel parla solo di sport e lei vuole solo fare sport. Michele è il prototipo di un atleta che si alza alle quattro del mattino per allenarsi”.

Secondo alcuni testimoni, i sostenitori di Brueli hanno cantato canzoni naziste e si sono scambiati saluti fino a quando non è arrivato sul ring.

Noureddine ha dichiarato: “Per me tutto questo non è normale. Ma non posso negare che colpire qualcuno con questi tatuaggi sia una vittoria degna di debolezza”.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x