In Italia si aprono i sondaggi d’opinione, dove gli elettori possono portare al potere l’estrema destra

Gli italiani votano domenica in un’elezione che potrebbe spostare nettamente la politica del Paese a destra durante un periodo critico per l’Europa, poiché la guerra in Ucraina ha fatto salire alle stelle le bollette energetiche e messo alla prova la determinazione dell’Occidente a resistere unito all’aggressione russa.

Le urne si sono aperte alle 7:00 ora locale ea mezzogiorno l’affluenza alle urne è stata uguale o leggermente inferiore allo stesso tempo durante le ultime elezioni generali italiane del 2018. Lo spoglio delle schede cartacee dovrebbe iniziare poco dopo la chiusura delle urne alle 23:00, con previsioni basate su parziali risultati da pubblicare lunedì mattina presto.

Prima che le urne fossero bandite 15 giorni fa, la leader di estrema destra Giorgia Meloni e il suo partito Fratelli d’Italia, con le sue radici neofasciste, erano in prima linea nella popolarità, suggerendo che gli italiani erano sul punto di votare per il primo far- giusto governo a prendere il potere da allora. Seconda guerra mondiale. Sullo sfondo l’ex presidente del Consiglio Enrico Letta e il suo Partito Democratico di centrosinistra.

Meloni fa parte di un’alleanza di destra con il leader della Lega anti-immigrati Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, il tre volte presidente del Consiglio che guida il partito Forza Italia da lui creato tre decenni fa. La complessa legge elettorale italiana premia le coalizioni elettorali, il che significa che i Democratici sono in svantaggio perché non sono riusciti a garantire una simile ampia coalizione con populisti e centristi di sinistra.

Sarà la prima donna a diventare primo ministro

Se la Meloni diventa presidente del Consiglio, sarà la prima donna in Italia a ricoprire questa carica. Ma la formazione di una valida coalizione di governo potrebbe richiedere settimane.

READ  Il governo italiano ha chiesto di salvare il posto di Giovinazzi in Formula Uno

Quasi 51 milioni di italiani possono votare.

I sondaggisti si aspettavano che l’affluenza alle urne fosse inferiore al minimo record del 73% nelle ultime elezioni generali. Dicono che, nonostante le numerose crisi dell’Europa, molti elettori si sentono alienati dalla politica, perché l’Italia ha avuto tre governi di coalizione dalle ultime elezioni, ciascuno guidato da qualcuno che non si è candidato alla carica.

Le elezioni si sono svolte sei mesi prima che il governo pandemico di Mario Draghi crollasse a fine luglio. Il presidente dell’Italia, Sergio Mattarella, non vedeva altra alternativa che per gli elettori l’elezione di un nuovo parlamento.

I sondaggi hanno trovato molto popolare Draghi, l’ex presidente della Banca centrale europea. Ma i tre partiti populisti della coalizione hanno boicottato un voto di fiducia legato alle misure di riduzione dell’energia. I loro leader, Salvini, Berlusconi e il leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte, l’ex presidente del Consiglio il cui partito più numeroso è nel parlamento uscente, hanno visto crescere la popolarità di Meloni mentre quella del loro partito è crollata.

La Meloni ha tenuto all’opposizione i suoi fratelli in Italia, rifiutandosi di unirsi al governo unito di Draghi o alle coalizioni di Conte che hanno governato dopo il voto del 2018.

Supporto senza precedenti per l’Ucraina

Ha anche preso le distanze da Salvini e Berlusconi con un sostegno incessante all’Ucraina, incluso l’invio di armi in modo che Kiev possa difendersi dalla Russia. Il suo partito nazionalista difende la sovranità.

Prima dell’invasione russa, Salvini e Berlusconi avevano impressionato il presidente russo Vladimir Putin. Negli ultimi giorni di campagna elettorale, Salvini ha criticato le atrocità russe in Ucraina.

Si preparano le schede elettorali per le elezioni parlamentari di domenica con l’apertura sabato di un seggio elettorale in una scuola di Roma. (Alessandra Tarantino/Associated Press)

Molte fabbriche in Italia stanno affrontando tagli alla produzione – alcune hanno già tagliato la produzione – e altre potrebbero chiudere mentre lottano con bollette di gas ed elettricità che sono fino a 10 volte quelle di un anno fa. I principali candidati, nonostante le loro tendenze politiche, hanno convenuto sull’urgente necessità di un tetto massimo a livello dell’UE sui prezzi dell’energia o, in mancanza, di un tetto nazionale.

Draghi, che rimane alla carica di custode fino al giuramento di un nuovo governo, aveva già esercitato pressioni sulle autorità Ue a Bruxelles per diversi mesi per lo stesso rimedio.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x