Investcorp del Bahrain è in trattative esclusive per l’acquisto del Milan

Si dice che il più grande gestore patrimoniale alternativo del Medio Oriente sia in trattative esclusive per l’acquisto dell’AC Milan italiano, il sette volte campione europeo di calcio un tempo di proprietà dell’ex Primo Ministro Silvio Berlusconi.

Investcorp, sostenuta dal fondo sovrano di Abu Dhabi Mubadala Investment Co, è in trattative con Elliott Management per acquistare l’iconico club per 1 miliardo di euro (1,1 miliardi di dollari), secondo persone che hanno familiarità con la questione. I rappresentanti di Investcorp, Elliott e AC Milan hanno rifiutato di commentare.

Elliott Management ha rilevato l’AC Milan nel 2018 dopo che l’ex proprietario cinese Li Yonghong non ha rispettato i propri debiti.

Dalle grandi squadre come il Chelsea in Inghilterra alle squadre con un seguito internazionale più piccolo, come lo Standard Liegi in Belgio e il Genoa in Italia, le squadre di calcio europee sono nel mirino delle società di investimento che cercano rendimenti stabili. Il denaro delle trasmissioni continua a riversarsi nello sport e con la Coppa del Mondo organizzata quest’anno, sono probabili più accordi.

Investcorp ha ampliato le sue partecipazioni dagli Stati Uniti all’Asia nel tentativo di aumentare gli asset in gestione a $ 100 miliardi, dai circa $ 40 miliardi attuali. Il fondo è stato cancellato dalla borsa del Bahrain l’anno scorso dopo quasi quattro decenni, con una mossa che secondo lui gli avrebbe dato la flessibilità per espandersi più velocemente. Mubadala ha acquisito una partecipazione del 20% in Investcorp nel 2017.

Da quando ha assunto la gestione di Investcorp nel 2015, il CEO Mohamed Al Ardi ha lanciato una strategia di crescita che ha quadruplicato gli asset in gestione della società. Altri investimenti di Investcorp in Italia includono Gucci, Riva e Dainese.

READ  Jesse Lingard desiderava disperatamente impressionare San Marino dopo tanto tempo

Un assente significativo dalla follia degli acquisti è la Germania, dove le regole sulla proprietà di una squadra di calcio professionistica impediscono a un investitore commerciale di possedere più del 49% delle azioni di voto della squadra. Il calcio tedesco sta dando via un cosiddetto decreto 50+1 per mantenere bassi gli stipendi dei club e i prezzi dei biglietti rispetto ad altri grandi campionati europei.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x