Israele bombarda Gaza mentre aumentano le tensioni per la morte di Khader Adnan | Notizia

Israele bombarda Gaza mentre aumentano le tensioni per la morte di Khader Adnan |  Notizia

Israele bombarda Gaza dopo che le fazioni palestinesi hanno lanciato razzi oltre il confine dopo che Khader Adnan è stato ucciso.

I jet israeliani hanno lanciato attacchi aerei su Gaza nella tarda serata di martedì, con esplosioni udite nell’enclave costiera assediata mentre le tensioni aumentavano per l’uccisione di un importante prigioniero palestinese in custodia israeliana dopo uno sciopero della fame di 87 giorni.

Il bombardamento israeliano segue i razzi lanciati dalla Striscia di Gaza sulla scia dell’uccisione di Khader Adnan martedì scorso. I media affiliati ad Hamas hanno affermato che gli aerei israeliani hanno bombardato due località a Gaza City.

L’Israel Prisons Service ha detto martedì che Adnan, che era in attesa di processo, è stato trovato privo di sensi nella sua cella e portato in ospedale, dove è stato dichiarato morto dopo i tentativi di rianimarlo.

In centinaia sono scesi nelle strade di Gaza e della Cisgiordania occupata per manifestare a sostegno di Adnan e piangere la sua morte, che i leader palestinesi hanno descritto come un assassinio.

L’esercito israeliano ha detto che almeno 26 razzi sono stati lanciati dalla Striscia. Due sono caduti nella città meridionale di Sderot, ferendo tre persone, tra cui un cittadino straniero di 25 anni che secondo il servizio di ambulanze israeliano aveva gravi ferite da schegge.

Un gruppo ombrello di fazioni armate palestinesi, tra cui Hamas e Jihad islamica, ha rivendicato la responsabilità di una raffica di razzi contro Israele.

Oggi, secondo il corrispondente di Al-Jazeera Heba Aqila, Tel Aviv ha sparato proiettili di artiglieria in diverse aree nelle parti orientali di Gaza City e Khan Yunis, mirando specificamente all’area di Malka.

READ  Shock e rabbia per il Tigray racconta "gravi crimini" delle forze eritree | Notizie di Abi Ahmed

Al momento non ci sono state segnalazioni di feriti o danni.

E nella città di Hebron, in Cisgiordania, i negozi hanno organizzato uno sciopero generale. Alcuni manifestanti hanno bruciato pneumatici e lanciato pietre contro i soldati dell’occupazione, che hanno sparato contro di loro gas lacrimogeni e proiettili di gomma. Non ci sono state notizie di feriti.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha incontrato i funzionari della sicurezza per valutare la situazione. Un funzionario militare israeliano ha detto che Israele risponderà in un momento e in un luogo a sua scelta.

Il ministro israeliano per la sicurezza nazionale di estrema destra Itamar Ben Gvir ha affermato che i funzionari della prigione hanno deciso di sigillare le celle per “prevenire rivolte”.

Il ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant, ha dichiarato in un tweet che l’establishment della sicurezza agirà “con determinazione e forza” contro coloro che danneggiano lo stato.

Gli osservatori israeliani hanno affermato di ritenere imminente un attacco a Gaza. Ovviamente, ci sarà una risposta israeliana. Jackie Khoury, un esperto di affari israeliani, ha detto ad Al Jazeera da Haifa: Aspettatevi massicci attacchi aerei nelle prossime ore.

“Penso che le regole del gioco rimarranno le stesse a questo punto: come è avvenuto il mese scorso, i massicci attacchi aerei a Gaza non hanno preso di mira le aree residenziali”.

Sarebbe sorprendente se Israele non rispondesse, ha detto Mohammed Jamjoum, corrispondente di Al Jazeera, da Gerusalemme ovest. Di solito “lo fanno nelle ore notturne, ovvero più tardi stasera o domani mattina molto presto”, ha detto.

Detenzione amministrativa

Mustafa Al-Barghouti, segretario generale dell’Iniziativa nazionale palestinese, ha descritto l’uccisione di Khader Adnan come un “orribile assassinio” volto a “spezzare lo spirito di resistenza tra i prigionieri palestinesi”.

READ  Guerra tra Israele e Hamas: primo gruppo di canadesi a lasciare Gaza

La detenzione amministrativa è una procedura comune in base alla quale i palestinesi vengono detenuti con la forza senza sapere di cosa sono accusati. Gli scioperi della fame sono spesso l’ultima risorsa.

Barghouti ha detto che questa è stata “una completa presa in giro del diritto internazionale sui diritti umani”.

Il numero di detenuti amministrativi palestinesi è salito a più di 1.000 nell’ultimo anno, il numero più alto in due decenni.

L’organizzazione israeliana per i diritti umani B’Tselem ha descritto lo sciopero della fame di Khader Adnan come “una forma di protesta pacifica contro il suo arresto e l’ingiustizia dell’occupazione”.

Lina Kassem Hasan, di Physicians for Human Rights in Israele, ha detto di aver visto Adnan il 23 aprile, poiché aveva perso 40 chilogrammi (88 libbre) e aveva difficoltà a respirare ma era cosciente.

“La sua morte avrebbe potuto essere evitata”, ha detto Qasim Hassan. Diversi ospedali israeliani hanno rifiutato il ricovero di Adnan dopo che ha effettuato brevi visite al pronto soccorso.

Dal 2011, Adnan ha condotto almeno tre scioperi della fame per protestare contro gli arresti senza accuse da parte di Israele. Questa tattica è stata usata da altri prigionieri palestinesi, a volte in massa, ma nessuno è morto dal 1992.

L’avvocato di Adnan Jamil al-Khatib e un medico di un gruppo per i diritti che ha incontrato di recente hanno accusato le autorità israeliane di rifiutare le cure mediche.

Abbiamo chiesto che fosse trasferito in un ospedale civile dove potesse essere adeguatamente monitorato. “Sfortunatamente, tale richiesta è stata accolta con intransigenza e rifiuto”, ha detto Khatib a Reuters.

READ  La Disney avverte che se DeSantis vince la causa, altri saranno puniti per le loro opinioni “sfavorevoli”.

Adnan, 45 anni, era un fornaio e padre di nove figli di Jenin, nella Cisgiordania occupata da Israele. Fonti della Jihad islamica hanno detto che era uno dei suoi leader politici.

La fazione ha una presenza limitata in Cisgiordania, ma è il secondo gruppo armato più potente nella Gaza controllata da Hamas, dove le forze israeliane hanno effettuato un bombardamento lo scorso agosto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x