Italian Måneskin corregge il modo in cui gli americani dicono i cibi italiani

I rocker di Roma interagiscono con il modo in cui si pronunciano i piatti italiani negli Stati Uniti.

Il cibo italiano è popolare in tutto il mondo ma non tutti dicono i piatti “Made in Italy” nel modo giusto.

Durante una recente intervista radiofonica negli Stati Uniti, la domanda era “Ti arrabbi con il modo in cui diciamo i cibi italiani?” Insieme alla rock band Rome Måneskin, che ha vinto l’Eurovision Award per l’Italia a maggio prima di attaccare l’America.

La risposta è stata un educato “no” della bassista Victoria De Angelis, del chitarrista Thomas Raggi e del batterista Ethan Turchio, tranne per il fatto che Damiano David era davanti.

“A volte, sì”, ha riso, citando “Brooshetta” come esempio, prima che l’annunciatore radiofonico iniziasse a recitare il menu di cibi italiani, pronunciato alla maniera americana, con Måneskin che lo incaricava di dirlo correttamente.

La prova è partita male con la ricotta, dove l’unico che ha indovinato cosa si dice è Damiano.

“Non sapevano nemmeno di cosa stessi parlando”, ha detto l’annunciatore radiofonico.

Il prossimo sulla lista è stato l’arguto “pappardelle”, seguito da un altro “panettone” scritto male, che ha scatenato confusione e poi ilarità di Måneskin.

“Sono arrabbiati con noi”, ha scherzato l’annunciatore della radio, prima di chiedere: “E la Pasta Fagol?” (Pasta e Fagioli), mentre la Riboletta ha suscitato ancora più risate tra gli italiani.

L’audizione si è conclusa con una nota positiva quando un altro presentatore ha esultato felicemente dopo aver ricevuto il punteggio più alto da Måneskin per ‘calamari’.

Secondo quanto riportato dai media italiani, il video è un’ulteriore prova che i Manskin sono ambasciatori di “italianità” nel mondo.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x