Jacques Perrin è morto: la star di “Cinema Paradiso” aveva 80 anni

L’attore, regista e produttore francese Jacques Perrin è stato un appuntamento fisso nel cinema francese e italiano per decenni, meglio conosciuto per il suo ruolo nel premio Oscar Giuseppe Tornatore. “Cinema Paradiso” – è morto. Aveva 80 anni.

“La famiglia è profondamente rattristata nell’informarvi della morte del direttore Jacques Perrin, deceduto giovedì 21 aprile a Parigi. Lo ha annunciato la famiglia Perrin in una dichiarazione inviata ad Agence France-Presse dal figlio Matteo Simone. La causa della morte non è stato determinato.

Nato a Parigi il 13 luglio 1941, Perrin, a partire dagli anni ’50, ha recitato in più di 70 film e ne ha co-diretto altri, tra cui Winged Migration (2001), candidato all’Oscar, insieme a Philippe Labroe, sul volo. È un uccello migratore che ha utilizzato le telecamere di bordo ed è stato un enorme successo al botteghino.

Questo stile morbido ha ottenuto il suo primo ruolo da protagonista al fianco dell’italiana Claudia Cardinale in La ragazza con la borsa di Valerio Zorlini, che è andato in concorso a Cannes nel 1961.

Nel 1966 vince la Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia per il ruolo nel dramma esistenziale di Vittorio De Seta “Un uomo a metà”.

Perrin ha poi recitato al fianco di Catherine Deneuve nei musical diretti da Jacques Demme “Rochefort Girls” (1967) e “Ass Skin” (1970).

Lancia spesso Come ufficiale militare, e in particolare al regista francese Pierre Schweindofer che ha diretto Perrin in “The 317th Platoon” nel 1965, “Drummer-Crab” nel 1977 e “Captain’s Honor” nel 1982.

Il suo ruolo successivo più famoso è quello del regista adulto Salvatore che riflette sulla sua infanzia nel film di Tornatore vincitore dell’Oscar nel 1988 “Cinema Paradiso”.

READ  Chiellini appoggia l'idea della Premier League e chiede riforme del calcio

Perrin ha anche co-prodotto dozzine di film, tra cui “Z” (1969) di Costa Gavras, che ha vinto l’Oscar al miglior film straniero e al miglior montaggio nel 1969, e The Chorus (2004), diretto da suo nipote Christophe Baratier , È stato un grande successo al botteghino in Francia.

“Jack era un puro mago. È riuscito in tutto ciò che ha toccato”, ha twittato l’ex presidente del Festival di Cannes Gilles Jacob.

“E’ uno dei produttori francesi più intelligenti e interessanti”, ha detto Costa-Gavras a franceinfo, rendendo anche omaggio alla memoria di “un uomo di grande curiosità e anche molto gentile”.

Riflettendo l’impegno di Perrin per la conservazione e l’ambiente, il suo ultimo ruolo cinematografico è stato nel thriller ambientale “Goliath”, diretto da Frédéric Teller e uscito in Francia a marzo.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x