Jake Sullivan incontra Yang Jiechi in Lussemburgo, aprendo la strada a un possibile incontro tra Biden e Xi

I colloqui, che non erano stati annunciati in anticipo, sono durati quattro ore e mezza. Sono arrivati ​​come possibile preludio a un incontro tra il presidente Joe Biden e il suo omologo cinese Xi Jinping, che secondo la Casa Bianca sarà possibile nei prossimi mesi.

I disaccordi sui diritti umani, Taiwan, il commercio e l’espansione militare della Cina hanno messo a dura prova le relazioni tra Washington e Pechino. Biden ha promesso il mese scorso di intervenire militarmente La Cina deve conquistare l’autonomia Taiwan Aggravare solo la situazione.

Biden sta anche valutando se aumentare alcuni dazi sulla Cina che l’ex presidente Donald Trump ha imposto nel tentativo di domare l’inflazione negli Stati Uniti.

Dopo l’incontro di Sullivan con Yang Jiechi, un alto funzionario dell’amministrazione ha detto che si aspettava “di vedere ulteriori potenziali incontri nei prossimi mesi”, anche se hanno affermato che al momento non c’era alcun piano tra Biden e Xi.

L’incontro di Sullivan con Yang è seguito a una telefonata il mese scorso prima della prima visita di Biden in Asia. casa Bianca Crea una serie di collegamenti Nelle ultime settimane per dimostrare il suo impegno nella regione Asia-Pacifico, incluso ospitare i leader del sud-est asiatico alla Casa Bianca.

Questi passaggi sono visti come un tentativo di contrastare l’influenza della Cina nella regione, che è stata il principale motore dell’attenzione di Biden sull’Asia.

“Il signor Sullivan ha sottolineato l’importanza di mantenere aperte linee di comunicazione per gestire la concorrenza tra i nostri due paesi”, ha affermato la Casa Bianca in una dichiarazione alla riunione di lunedì.

I precedenti incontri tra Sullivan e Yang sono stati preceduti da telefonate tra Biden e Xi, che non si sono ancora incontrati di persona da quando Biden è entrato in carica. Hanno parlato l’ultima volta a marzo Per 110 minuti a Biden Ha cercato di dissuadere Xi dal fornire supporto alla Russia nella sua guerra in Ucraina.

La questione è stata discussa lunedì in Lussemburgo, insieme alle recenti provocazioni della Corea del Nord e alla detenzione di americani in Cina. Sullivan ha detto che gli americani soggetti al divieto di uscita erano una “priorità personale” per Biden e per lui.

READ  Scaramucci racconta alla giuria del processo al banchiere la mossa di Trump

Ha anche espresso preoccupazione per il recente veto della Cina su una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite relativa alla Corea del Nord. Ha sottolineato “l’importanza di mantenere aperte linee di comunicazione a tutti i livelli”.

Il funzionario ha affermato che l’obiettivo degli Stati Uniti nel coinvolgere la Cina era “assicurare che ciascuna parte capisca le intenzioni dell’altra e capisca le priorità”. “Questo è fondamentale per evitare potenziali malintesi e interpretazioni errate e ridurre i rischi. Penso che tutte queste cose siano essenziali, sai, per gestire la relazione in modo sano e responsabile”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x