Kinzinger afferma che “molti” repubblicani hanno espresso in privato sostegno alla sua posizione il 6 gennaio

“Ci sono molte persone, stanno arrivando e lo dicono”, ha detto Kinzinger a Wolf Blitzer della CNN in “The Situation Room” ai colleghi repubblicani. “Nessuna di quelle persone che sono in TV e parlano della ‘grande bugia’ e poi la dicono. Penso che le persone che rimangono calme siano quelle che penso apprezzino la situazione. Ma è molto”.

Mentre il legislatore repubblicano faceva eco pubblicamente alle bugie elettorali di Trump, il repubblicano dell’Illinois ha affermato che “nessuno crede davvero che l’elezione sia stata rubata a Donald Trump. Ma molti di loro sono felici di uscire allo scoperto e dire che lo è stato”.

I suoi commenti arrivano un giorno dopo che il comitato della Camera ha tenuto la sua prima udienza, Ha una testimonianza scioccante Quattro ufficiali hanno condiviso le loro storie di essere stati attaccati dai rivoltosi. La sessione di tre ore è stata un’apertura per la commissione che si preparava a indagare su tutte le circostanze che circondano la ribellione del 6 gennaio, incluso il ruolo svolto da Trump.

“Nonostante tutta l’accesa retorica che circonda questa commissione, il nostro compito è molto semplice: trovare la verità e garantire la responsabilità”, ha detto Kinzinger durante l’udienza di martedì. “Molte persone nel mio partito hanno trattato questo come solo un altro combattimento di partito. È tossico e doloroso”.

Kinsinger e il rappresentante Liz Cheney – l’unico altro legislatore repubblicano del comitato – hanno affrontato una brusca battuta d’arresto per l’adesione al comitato della presidente della Camera Nancy Pelosi dopo aver respinto due scelte del leader della minoranza alla Camera Kevin McCarthy la scorsa settimana – i rappresentanti Jim Banks dell’Indiana e Jim Jordan dell’Ohio – che Ha spinto il leader del GOP a ritirare tutte e cinque le sue scelte.

Un gruppo in crescita di comuni repubblicani Hanno sostenuto che Kinzinger e Cheney dovrebbero essere rimossi da altre sedi del comitato. Tuttavia, i due membri hanno affermato che queste minacce non li avrebbero dissuasi.

Quando è stato chiesto mercoledì sull’eredità dei legislatori del GOP che hanno spinto le bugie dell’elezione di Trump e hanno difeso le sue azioni fino al 6 e al 6 gennaio, Kinzinger ha detto: “Penso che saranno giudicati dallo stato. Voglio dire, perché alla fine si saprà la verità.”

READ  Migliaia di persone fuggono mentre gli incendi raggiungono la periferia di Atene

Ha detto: “Se qualcuno pensasse davvero che questo romanzo del 6 gennaio che alcuni stanno cercando di spingere sarebbe effettivamente quello scritto nei libri di storia – non lo è. È solo una questione di quando, prima o poi”. . “Ma sta arrivando. Quindi non voglio essere – la persona in TV che spinge la ‘grande bugia’ e penso che qualcuno alla fine sarà orgoglioso di quello che ho fatto.”

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x