Koulibaly dice che i tifosi della Fiorentina lo hanno abusato razzialmente

Calcio – Serie A – Fiorentina – Napoli – Stadio Artemio Franchi, Firenze, Italia – 3 ottobre 2021 Victor Osimhen e Kalidou Koulibaly di Napoli dopo la partita Reuters / Jennifer Lorenzini

NAPOLI, 4 ott. (Reuters) – (Si noti il ​​linguaggio offensivo nel quarto paragrafo)

Il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly ha dichiarato di essere stato oggetto di abusi razzisti da parte di una squadra di tifosi della Fiorentina dopo una partita di Serie A di domenica.

Il quotidiano italiano Gazzetta dello Sport riporta che anche Victor Osimhen e Andre Frank Zambo Anguisa sono stati presi di mira dopo la sconfitta contro il Napoli.

Accanto a una foto di lui che gesticola alla folla, Coulibaly ha detto di aver sentito gli abusi dagli spalti e ha chiesto l’azione.

“Scimmia stupida – è così che la chiamavano”, ha detto Coulibaly sui suoi account Twitter e Instagram. “Questi argomenti non hanno nulla a che fare con lo sport.

“Vanno individuati e tolti dal campo: per sempre. #No al razzismo”.

L’attaccante nigeriano Osimene ha rilasciato una dichiarazione sui social media che l’account ufficiale del Napoli ha ritwittato.

Il Nigeria International ha scritto: “Parla ai tuoi figli, ai tuoi genitori, e fagli capire quanto sia disgustoso odiare qualcuno a causa del colore della loro pelle”. No al razzismo.”

Lunedì la Fiorentina ha condannato l’accaduto.

“La Fiorentina esprime la sua più forte e più ferma condanna per gli incidenti razzisti avvenuti ieri durante la partita del Napoli”, ha detto in una nota la Fiorentina.

Il direttore generale (Joe) Baroni, già dopo la partita, si è scusato personalmente.

“La Viola (Fiorentina) ha già messo a disposizione delle forze dell’ordine tutte le immagini video e tutti gli strumenti in suo possesso affinché si possano identificare gli autori di questo indicibile canto.

READ  Aguero si unisce a Barcellona e Chelsea "mossa Lukaku", Cristiano Ronaldo resta alla Juventus dice Georgina Rodriguez

“Una volta individuati i colpevoli da parte delle istituzioni preposte, sarà cura della stessa Fiorentina impedire loro di raggiungere lo stadio, auspicando lo stesso impegno da parte di tutte le società, oltre ad applicare le regole che dovrebbero essere sempre le stesse per tutti. “

Lunedì anche il sindaco di Firenze ha rilasciato una dichiarazione.

“A nome di Firenze, mi scuso”, ha detto su Twitter Dario Nardella. “Chi ieri ha offeso i giocatori del Napoli in campo non rappresenta la città e non rappresenta la Fiorentina”, ha aggiunto.

La Federcalcio italiana (FIGC) ha aperto un’inchiesta sull’accaduto.

“La Procura federale, ottenute le relazioni dei suoi ispettori e sentito il giocatore, ha aperto un’inchiesta”, si legge in una nota della federazione.

“Nelle prossime ore verrà svolta un’ulteriore indagine ottenendo i relativi documenti dalla Questura di Firenze”.

Il calcio italiano è stato afflitto dal razzismo. Il mese scorso, i pubblici ministeri hanno aperto un’indagine su presunti cori razzisti dei tifosi della Lazio diretti ai centrocampisti del Milan Timoue Bakayoko e Frank Kessie, mentre la Juventus ha dovuto scusarsi dopo che l’account della squadra femminile ha twittato ad agosto una foto contenente un gesto razzista.

Il Napoli è tornato in rimonta e ha vinto 2-1 a Firenze, mantenendo il record di vittorie del 100% all’inizio della stagione di Serie A per raggiungere la vetta della classifica.

(Segnalazione di Peter Hall, montaggio di Pritha Sarkar)

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x