La Casa Bianca afferma che la Russia intende falsificare le prove che coinvolgono le forze ucraine nell’attacco alla prigione

Un funzionario dell’amministrazione ha detto alla Galileus Web che si aspettano che la Russia falsifichi le prove e incolperà le forze ucraine, e ha persino “ragione di credere che la Russia arriverà al punto di dimostrare che la colpa è dell’HIMARS ucraino prima dell’arrivo dei giornalisti”.

stato unito L’Ucraina ha fornito HIMARS Sistema missilistico a lancio multiplo all’inizio di quest’anno. Gli Stati Uniti ritengono che la Russia abbia raccolto grandi quantità di frammenti HIMARS dagli scioperi contro le sue posizioni in Ucraina ed è probabile che li collochi deliberatamente in luoghi come una prigione per affermare che l’Ucraina è responsabile, secondo un funzionario amministrativo a conoscenza delle ultime informazioni .

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato venerdì che l’attacco alla prigione nell’Ucraina orientale controllata dai separatisti, che ha ucciso almeno 50 prigionieri, è stato un “crimine di guerra deliberato dei russi”. Nel frattempo, la Russia ha incolpato l’Ucraina per l’attacco.

Giovedì il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha ripetuto le accuse russe secondo cui l’esercito ucraino era responsabile dell’attacco.

“Ci sono prove qui e non c’è niente da nascondere”, ha detto alla CNN. “Inoltre, sapete che la parte russa ha proposto alle Nazioni Unite e ha invitato la Croce Rossa a identificare immediatamente queste prove, per condurre le necessarie indagini approfondite”.

Mercoledì, il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha confermato di aver potuto visitare la struttura di Olinevka solo una volta, a maggio di quest’anno per collegare i serbatoi d’acqua. “Ma non siamo stati in grado di accedere ai prigionieri di guerra detenuti lì su base individuale – secondo i metodi di lavoro del CICR nelle strutture di detenzione – e questo rimane il caso”, ha aggiunto.

READ  Le forze russe usano droni kamikaze per attaccare le città dell'Ucraina nord-orientale

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha aggiunto: “In base alla Terza Convenzione di Ginevra, durante i conflitti armati internazionali, il CICR deve avere accesso a tutti i prigionieri di guerra ovunque si trovino. Abbiamo anche completa libertà di scegliere i luoghi che desideriamo visitare. Da febbraio 2022 le nostre squadre hanno potuto accedere ad alcuni prigionieri di guerra, ma non solo”.

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa afferma di aver nuovamente richiesto l’accesso al centro di detenzione dopo l’attacco della scorsa settimana, ma di non aver ricevuto il permesso dai russi.

La prigione di Olinivka vicino a Donetsk è stata utilizzata per ospitare molti soldati ucraini Consegnato allo stabilimento Azovstal A Mariupol diversi mesi fa. La CNN non è stata in grado di verificare in modo indipendente le affermazioni di nessuna delle parti.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dichiarato mercoledì in una conferenza stampa che le Nazioni Unite stanno cercando di istituire una squadra di accertamento dei fatti per studiare l’attacco, a seguito delle richieste sia della Russia che dell’Ucraina di indagare. Ha aggiunto che i termini di riferimento della commissione devono essere accettati da Russia e Ucraina prima che la missione conoscitiva possa iniziare.

Il video, che è stato trasmesso sulle reti russe e condiviso sui canali dei social media a Donetsk, mostra un’ampia distruzione di un edificio e di diversi corpi. La CNN è stata in grado di geolocalizzare lo sciopero in un’area industriale a due miglia dalla città in prima linea di Olenivka.

L’esercito ucraino ha detto che l’esplosione è avvenuta nell’area della zona industriale, in un edificio di nuova costruzione appositamente attrezzato per trattenere i prigionieri liberati dall’Azovstal.

READ  La coalizione guidata dai sauditi afferma che le truppe si ridistribuiranno nello Yemen, non si ritireranno

L’ufficio del procuratore generale ucraino ha avviato un’indagine sullo sciopero. In una dichiarazione ha affermato che i dati preliminari prima del processo mostravano che “il paese occupante ha bombardato il territorio della colonia penale n. 120 nel villaggio temporaneamente occupato di Olenivka nella regione di Volnovka nella regione di Donetsk”.

Donetsk e Luhansk sono le due regioni Insieme dal Donbass, La parte orientale dell’Ucraina dove è iniziato il conflitto tra l’Ucraina e i separatisti sostenuti dalla Russia nel 2014.

La regione è diventata il fulcro delle ambizioni militari del presidente russo Vladimir Putin in Ucraina dopo che le sue forze non sono riuscite a catturare Kiev all’inizio di quest’anno.

L’esercito russo ha continuato per diverse settimane un continuo bombardamento di artiglieria e missili in tutta la regione. Il Cremlino afferma che l’obiettivo di quella che chiama la sua “operazione militare speciale” è ottenere il controllo sia di Luhansk che di Donetsk.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori dettagli.

Barbara Starr, Tim Lister, Julia Kisaeva, Josh Pennington e Richard Roth hanno contribuito a questo rapporto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x