La Casa Bianca si aspetta scarso impatto sugli Stati Uniti e sull’economia globale dal default in Russia

Immagine illustrativa che mostra banconote in rubli russi di diverse denominazioni su un tavolo a Varsavia, Polonia, 22 gennaio 2016. REUTERS/Kacper Pempel/file Photo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

WASHINGTON (Reuters) – La Casa Bianca ha dichiarato giovedì di aspettarsi scarso impatto sugli Stati Uniti e sull’economia globale da un possibile default del debito russo poiché Washington ha deciso di non estendere un’esenzione che consente alla Russia di effettuare pagamenti agli obbligazionisti statunitensi.

“Ci aspettiamo che l’impatto sugli Stati Uniti e sull’economia globale sia minimo, dato che la Russia è già isolata finanziariamente”, ha affermato la portavoce della Casa Bianca Karen-Jean-Pierre in un briefing di giovedì.

“Tuttavia, il Dipartimento del Tesoro continua a monitorare e tenere colloqui con la comunità finanziaria globale”, ha affermato.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Gli Stati Uniti hanno spinto la Russia sull’orlo di un default storico del debito mercoledì non estendendo la loro licenza di pagare gli obbligazionisti, mentre Washington aumenta la pressione dopo le azioni della Russia in Ucraina. Leggi di più

Martedì il Tesoro degli Stati Uniti ha dichiarato sul suo sito Web che consentirà la revoca della licenza scaduta alle 00:01 EDT (0401 GMT) di mercoledì e consentirà alla Russia di effettuare pagamenti di interessi e scadenze sul suo debito sovrano al popolo americano.

Questa esenzione ha consentito alla Russia di continuare i pagamenti del debito pubblico, ma la sua scadenza ora sembra rendere inevitabili le insolvenze su almeno alcuni dei suoi 40 miliardi di dollari di obbligazioni internazionali, la prima grande obbligazione estera russa in più di un secolo.

READ  Kamala Harris ricorda come Beau Biden l'ha sostenuta durante una battaglia con i Banks

Le sanzioni occidentali imposte dopo l’invasione dell’Ucraina da parte del Cremlino il 24 febbraio e le contromisure di Mosca hanno complicato il movimento di denaro attraverso il confine, eppure la Russia ha compiuto uno sforzo consapevole per continuare a pagare gli obbligazionisti.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Covering di Steve Holland a Washington, di Kanishka Singh; Montaggio di Lisa Schumaker

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x