La Cina critica Taiwan per le dichiarazioni del ministro degli Esteri in un’intervista a CBC

Un portavoce del ministero degli Esteri cinese ha accusato Taiwan di “manipolazione politica goffa” e “grandezza” dopo che il ministro degli esteri di Taiwan ha rilasciato un’intervista a CBC News, che ha invitato altre democrazie a sostenere apertamente Taiwan di fronte a Pechino sempre più ostile.

“Con il pretesto della cosiddetta democrazia e libertà, le autorità di Taiwan hanno ripetutamente utilizzato gli affari di Hong Kong per screditare e screditare la terraferma”, ha detto mercoledì in una conferenza stampa il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Legian.

Il vero obiettivo è smantellare Hong Kong e cercare “l’indipendenza di Taiwan”. La sua goffa manipolazione politica per il bene della persuasione non avrà successo e si umilierà solo se stessa “.

In un’esclusiva intervista canadese trasmessa lunedì, il ministro degli esteri taiwanese Joseph Wu ha dichiarato a CBC News: politica di potere Taiwan vede lo smantellamento delle libertà a Hong Kong come un segno dell’espansione cinese.

“Se guardi alle azioni cinesi, non si fermano a Hong Kong. Guarda alle attività militari cinesi nel Mar Cinese Orientale, nello Stretto di Taiwan e nel Mar Cinese Meridionale. Quello che vediamo è un regime autoritario che cerca di espandere la sua influenza oltre “Wu ha detto al suo ospite David Kumun,” La prima catena di isole “.” Nell’espansione cinese, Taiwan è in prima linea “.

Taiwan lancia l’allarme per le azioni militari della Cina quest’anno. La Cina ha inviato aerei da guerra in una zona di designazione della difesa aerea a Taiwan e ha schierato un gruppo di portaerei vicino all’isola per tenere esercitazioni in aprile – le esercitazioni che la Cina ha detto si terranno regolarmente in futuro.

“In queste circostanze, speriamo che le altre democrazie possano esprimere maggiormente il loro sostegno a Taiwan, soprattutto considerando la posizione di Taiwan come paese in prima linea e mostrando sostegno a Taiwan come democrazia”, ​​ha detto Wu.

La Cina considera Taiwan una provincia separatista che un giorno sarà incorporata nella Cina continentale nel quadro di “un paese, due sistemi” – una proposta respinta dalla democrazia dell’isola.

“Taiwan è una parte inalienabile del territorio cinese, e non esiste un ministro degli esteri di Taiwan”, ha detto Zhao mercoledì.

READ  La PGA statunitense afferma che il campionato PGA 2022 non si giocherà nel torneo Trump

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x