La Corte Suprema degli Stati Uniti apre la strada all’estradizione di coloro che sono accusati di complotto contro Ghosn | Notizie sui tribunali

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto il tentativo di congelare l’estradizione di due uomini accusati di aver aiutato l’ex capo della Nissan Carlos Ghosn a fuggire dal Giappone.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha aperto la strada all’estradizione di due uomini americani accusati di aiutare l’ex presidente della Nissan Motor Company Ltd., Carlos Ghosn, a lasciare il Giappone, dove deve affrontare accuse di cattiva condotta finanziaria.

Sabato, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto una richiesta di emergenza dell’avvocato Michael Taylor e di suo figlio Peter Taylor di bloccare un’ordinanza del tribunale di grado inferiore che spiana la strada alla loro estradizione in Giappone.

Gli avvocati di Taylors hanno presentato la richiesta giovedì, dicendo che non potevano essere citati in giudizio in Giappone per averli aiutati a “saltare su cauzione” e che potrebbero essere interrogati e trattati duramente se estradati.

I loro avvocati hanno scritto che “i casi sollevati dai firmatari meritano una considerazione completa e attenta, e la posta in gioco è alta per loro”, aggiungendo che i Taylor dovrebbero avere il diritto di perseguire gli appelli “prima che siano consegnati al destino che li attende al mani del governo giapponese “.

In un ordine sommario, il giudice della Corte suprema Stephen Breyer ha respinto la richiesta di emergenza.

L’avvocato della famiglia Taylor ha detto all’Associated Press che le autorità statunitensi hanno affermato che non estraderanno gli uomini in Giappone mentre il loro tentativo di soggiorno è in sospeso prima di Briar.

Ghosn è stato arrestato nel novembre 2018 e ha trascorso 130 giorni in prigione prima di completare un’audace fuga che ha insultato i funzionari della giustizia giapponese e ha sollevato domande su chi fosse coinvolto.

READ  Il Kosovo apre l'ambasciata per Israele a Gerusalemme | Notizie di Gerusalemme

La famiglia Taylor è accusata di aver aiutato Ghosn a fuggire dal paese nel 2019, nascondendosi in una scatola su un jet privato.

Ghosn era su cauzione al momento della fuga ed era in attesa di processo per le accuse di aver sottostimato le sue entrate e di aver commesso una violazione della fiducia deviando i fondi Nissan per guadagno personale.

L’ex capo della Nissan, che ha negato il reato, ha detto di essere scappato perché non si aspettava un processo equo, è stato sottoposto a condizioni di detenzione ingiuste e gli è stato impedito di incontrare sua moglie in condizioni di libertà provvisoria.

Nel novembre 2020, un gruppo di esperti dei diritti umani delle Nazioni Unite ha affermato che Ghosn è stato arrestato ingiustamente in Giappone e ha esortato il governo a concedergli “risarcimento” e “altro risarcimento”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x