La Croazia adotta l’euro ed è ora parte di Schengen

La Croazia, membro dell’Unione Europea nei Balcani, è entrata a far parte dell’area Schengen e ha adottato l’euro come valuta ufficiale il 1° gennaio 2023.

Non è più necessario fornire alcuna forma di identificazione per entrare in Croazia da qualsiasi altro stato membro Schengen e puoi utilizzare l’euro comune per acquistare beni e servizi.

Ora ci sono 27 paesi in Schengen, di cui quattro che non fanno parte dell’Unione Europea; Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein.

Tre paesi fanno infatti parte di Schengen e hanno con esso frontiere aperte; Monaco, Vaticano e San Marino. Poi c’è anche Andorra, che è circondata da Spagna e Francia, e non fa parte né dell’Unione Europea né di Schengen. Bulgaria, Romania e Cipro fanno parte dell’Unione Europea ma non hanno ancora aderito a Schengen.

La situazione con l’euro è altrettanto confusa.

conclusione

So che a volte può essere confuso con i requisiti di ingresso e uscita in diverse parti d’Europa a cui devi prestare attenzione, soprattutto se hai bisogno di un visto per entrare nel blocco.

L’adesione della Croazia a Schengen rende i viaggi da/per il paese molto più facili rispetto ad altri paesi Schengen, in quanto non vi è alcun controllo passaporti alle due estremità.

Non devi più preoccuparti della valuta in eccesso se visiti la Croazia, dal momento che hanno adottato l’euro.

Sono stato in Croazia solo una volta qualche anno fa durante un viaggio di un mese + attraverso tutta l’ex Jugoslavia e l’Albania.

READ  "L'Inter si rafforza, la loro forza diventa la debolezza degli altri"

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x