La doppietta di Dybala aiuta la Juventus ad assicurarsi il posto a eliminazione diretta in Champions League

  • La doppietta di Dybala aiuta la Juventus a raggiungere gli ottavi di finale
  • In porta anche Chiesa e Morata
  • La Juventus protagonista con quattro vittorie su quattro

Torino, Italia (Reuters) – La Juventus ha prenotato il proprio posto negli ottavi di Champions League con due partite del girone prima della doppietta di Paulo Dybala, quando l’attaccante argentino Paulo Dybala ha battuto lo Zenit St Petersburg 4-2 martedì.

Sapendo di aver bisogno solo di un punto contro lo Zenit per assicurarsi un posto nella fase a eliminazione diretta del Gruppo H, la Juventus ha preso un meritato vantaggio nelle prime fasi con Dybala, che ha sparato la palla nel tetto della rete all’11’.

I padroni di casa hanno avuto diverse occasioni per raggiungere il 2-0 prima che il difensore dell’Italia Leonardo Bonucci trovasse la rete al 26′ per pareggiare lo Zenit.

Dybala ha approfittato della sua fortuna per portare in vantaggio la Juventus al 58′, trasformando un rigore al secondo tentativo, dopo che l’arbitro ha ordinato il suo primo tentativo, che lo ha trascinato via, e lo ha recuperato.

I gol di Federico Chiesa e Alvaro Morata hanno assicurato una vittoria nel finale mentre la Juventus ha collezionato quattro vittorie su quattro nella competizione di questa stagione per arrivare in testa al Gruppo H, tre punti di vantaggio sui campioni del Chelsea al secondo posto.

Sardar Azmoun ha segnato la consolazione dello Zenit nei minuti di recupero, che deve vincere tutte le ultime partite del girone per avere qualche speranza di raggiungere la fase a eliminazione diretta.

“La squadra ha giocato una buona partita e siamo stati bravissimi tecnicamente”, ha detto il tecnico Massimiliano Allegri. “Il nostro coraggio e la nostra forza sono stati importanti e non abbiamo perso la nostra fluidità quando abbiamo subito il gol.

READ  JSW Steel ha completato l'acquisizione di una partecipazione del 31% nell'italiana GSI Lucchini

“E’ stato quasi tutto positivo. Abbiamo passato la palla, ma gli ultimi cinque minuti sono dove dobbiamo migliorare. Quei minuti sono il nostro motto: abbiamo fatto tre contropiedi e preso un gol”.

Se in questa stagione le cose non sono andate bene in Serie A per la Juventus – nona in classifica, a 16 punti dalla capolista Napoli – la squadra di Allegri non ha avuto problemi in continente.

Tre vittorie su tre, inclusa una vittoria per 1-0 sul Chelsea a settembre, li hanno portati agli ottavi prima di fare visita allo Zenit, e sembrava che sarebbe stata una progressione comoda dopo che la Juventus era iniziata alla grande.

Dybala e Kiza sono stati negati da abili parate del portiere ospite Stanislav Kritciuk negli scambi di apertura, prima che Dybala facesse la sua 50esima presenza in Champions League.

Morata ha perso una grande occasione per raddoppiare la Juventus prima che lo Zenit avanzasse nella competizione e pareggiasse, con Bonucci che provava a passare un cross nella propria rete.

Ma da quel momento fu tutta Juventus, con Dybala e Chiesa in costante pericolo.

Il trucco di Chiesa ha battuto la Juventus con un calcio di rigore per dare alla sua squadra l’opportunità di riconquistare il vantaggio, che Dybala sembra aver perso.

Tuttavia, l’arbitro ha insistito sul fatto che i giocatori dello Zenit fossero penetrati in area di rigore, dando a Dybala un’altra occasione che non ha mancato.

Chiesa ha segnato il gol che la sua prestazione meritava mentre correva in area di rigore prima di passare all’angolino in basso e Morata ha finito bene sotto pressione per tenere la Juventus fuori vista.

READ  Italia e Grecia corrono il rischio di una crisi del debito dopo la pandemia

La Juventus ha vinto per la terza volta ciascuna delle prime quattro partite della fase a gironi di Champions League, dopo aver vinto anche nel 1995-96, quando ha vinto il torneo, e nel 2004-05.

(Segnalazione di Peter Hall) Montaggio di Toby Davis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x