La fiducia delle imprese e dei consumatori italiani è crollata a causa dei timori di guerra

(Bloomberg) – La fiducia tra imprese e consumatori italiani è fortemente diminuita a causa delle preoccupazioni per le conseguenze economiche dell’invasione russa dell’Ucraina.

L’indice di fiducia economica è sceso a 105,4 a marzo dal 107,9 rivisto di febbraio, ha detto venerdì l’Istat. Le misure di fiducia dei consumatori e del settore manifatturiero sono diminuite allo stesso modo, con la prima che ha raggiunto il livello più basso da gennaio 2021.

Il ministro delle finanze italiano Daniele Franco ha dichiarato questa settimana che la crescita economica dell’Italia è destinata a un possibile forte taglio a causa della guerra, che si aggiunge all’inflazione dei prezzi dell’energia e alle interruzioni dell’offerta. La Commissione europea prevede attualmente un’espansione del 4,1% quest’anno.

L’istituto di statistica ha affermato che le aspettative per ordini e vendite sono peggiorate nel settore manifatturiero, dei servizi e del commercio, con il settore delle costruzioni l’unico settore in cui è rimasto l’ottimismo. I consumatori si aspettano che l’economia italiana e la loro situazione personale si deteriorino e sono meno disposti a investire in beni durevoli, secondo la dichiarazione.

Il governo ha speso più di 16 miliardi di euro (17,6 miliardi di dollari) per mitigare l’impatto dell’aumento dei costi energetici su famiglie e imprese e recentemente ha approvato ulteriori misure, tra cui il taglio delle tasse sui prezzi del carburante per pompe. Il Tesoro pubblicherà il suo nuovo piano di bilancio non appena la prossima settimana, quando gli obiettivi di crescita e disavanzo potrebbero essere rivisti.

© Bloomberg LP 2022

READ  Gli Stati Uniti ei loro alleati impongono nuovi costi economici alla Russia

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x