La gente del posto vicino alla centrale nucleare ucraina ha dato pasticche di iodio mentre scoppiavano i combattimenti, temendo un disastro

Le autorità vicino alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhia venerdì hanno iniziato a distribuire pastiglie di iodio ai residenti, in caso di una fuga radioattiva, tra le crescenti preoccupazioni che i combattimenti intorno al complesso potessero portare a un disastro.

La mossa è arrivata un giorno dopo che la stazione è stata temporaneamente interrotta da ciò che i funzionari hanno affermato essere un danno da incendio a una linea di trasmissione. L’incidente ha accresciuto il terrore di una catastrofe nucleare in un paese ancora perseguitato dall’esplosione del 1986 a Chernobyl.

I bombardamenti sarebbero continuati nell’area durante la notte e le immagini satellitari di Planet Labs hanno mostrato incendi che bruciavano intorno al complesso – la più grande centrale nucleare d’Europa – negli ultimi giorni.

Compresse di iodio, che aiutano a prevenire l’assorbimento di iodio radioattivo da parte della tiroide in caso di incidente nucleare, sono state rilasciate nella città di Zaporizhia, controllata dall’Ucraina, a circa 45 chilometri dall’impianto.

L’Agenzia delle Nazioni Unite per l’energia atomica sta cercando di inviare una squadra per ispezionare l’impianto e aiutarlo a metterlo in sicurezza. I funzionari hanno detto che erano in corso i preparativi per il viaggio, ma non è chiaro quando si sarebbe svolto.

La centrale nucleare di Zaporizhzhya è stata vista lunedì fuori dalla città di Enerhodar, controllata dalla Russia, nella regione di Zaporizhzhya nell’Ucraina meridionale. (Alexander Ermoshenko/Reuters)

La fabbrica di Zaporizhzhia, gestita da lavoratori ucraini, è stata occupata dalle forze russe sin dai primi giorni della guerra di sei mesi. Le due parti si sono ripetutamente accusate a vicenda di aver bombardato il sito.

Nell’incidente di giovedì, Ucraina e Russia si sono incolpate a vicenda per i danni alla linea di trasmissione che ha interrotto la rete elettrica della stazione.

Non era chiaro esattamente cosa fosse andato storto, ma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che i generatori diesel di emergenza dell’impianto devono essere attivati ​​per fornire elettricità per far funzionare il complesso.

L’impianto richiede energia per far funzionare i sistemi di raffreddamento critici dei reattori. La perdita di raffreddamento può provocare una fusione nucleare.

Uknerengo, l’operatore del sistema di trasmissione ucraino, ha riferito venerdì che due linee principali danneggiate che forniscono elettricità all’impianto sono riprese, garantendo un’alimentazione stabile.

Guarda | Zelensky chiede una maggiore pressione internazionale sulla Russia affinché si ritiri dall’impianto:

Zelensky avverte del pericolo di un disastro globale da radiazioni

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che è necessaria una maggiore pressione internazionale per convincere la Russia a ritirarsi dalla centrale nucleare di Zaporizhzhya e che in caso contrario potrebbe portare a un disastro nucleare.

L’agenzia per l’energia nucleare del Paese, Energoatom, ha affermato che l’impianto è stato ricollegato alla rete e sta producendo elettricità “per soddisfare i bisogni dell’Ucraina”.

“I lavoratori nucleari della centrale di Zaporizhzhya sono dei veri eroi! Sostengono instancabilmente e risolutamente la sicurezza nucleare e radiologica dell’Ucraina e di tutta l’Europa”, ha affermato l’agenzia in una nota.

Tuttavia, i funzionari installati dalla Russia nella regione di Zaporizhzhia hanno affermato che l’impianto fornisce elettricità solo alle aree del paese controllate dalla Russia, non al resto dell’Ucraina.


Le preoccupazioni per il sito si sono riverberate in tutta Europa.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che la visita dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica delle Nazioni Unite deve avvenire “molto rapidamente”. “L’energia nucleare civile non dovrebbe essere uno strumento di guerra”, ha aggiunto.

Lana Zerkal, consulente del ministro dell’Energia ucraino, ha detto ai media ucraini che la logistica della visita dell’AIEA è ancora in fase di preparazione. Zerkal ha accusato la Russia di aver tentato di sabotare la visita.

Guarda | Bob Ray dice:

La Russia “gioca a poker” con una centrale nucleare: Bob Ray

“Alla fine, anche i russi si rendono conto che giocare a poker con una centrale nucleare è orribile”. L’ambasciatore canadese alle Nazioni Unite Bob Ray ha affermato di ritenere che l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, l’agenzia internazionale per l’energia atomica delle Nazioni Unite, avrebbe avuto accesso alla centrale nucleare di Zaporizhia controllata dalla Russia.

L’Ucraina ha affermato che la Russia stava usando l’impianto come scudo immagazzinando armi lì e lanciando attacchi intorno ad esso. Mosca, da parte sua, accusa l’Ucraina di aver sparato incautamente sul sito.

I reattori di Zaporizhzhia sono protetti da cupole di contenimento in cemento armato spesso, che secondo gli esperti possono resistere a un proiettile di artiglieria difettoso. Molte preoccupazioni sui danni al centro dell’impianto piuttosto che sulla potenziale perdita del sistema di raffreddamento, nonché sul rischio di attaccare le piscine di raffreddamento in cui sono conservate le barre di combustibile esaurito potrebbero portare alla dispersione di materiali radioattivi.

Il governatore di Dnipropetrovsk Valentin Reznichenko ha affermato che il costante bombardamento russo di Nikopol, una città dall’altra parte del fiume Dnepr rispetto allo stabilimento di Zaporizhzhya, ha danneggiato 10 case, una scuola e una struttura sanitaria, ma non ha causato vittime.

READ  Il senatore repubblicano non condannerà Trump per aver difeso "Hang Mike Pence" | Attacco al Campidoglio degli Stati Uniti

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x