La gigantesca luna rosa si prepara ad abbagliare il cielo di Vancouver il prossimo aprile

Segnate i vostri calendari, osservatori del cielo.

Se ti manca la luna di marzo dei vermi che illumina il cielo di Vancouver, non vorrai perderti lo spettacolo della luna di aprile locale.

Quest’anno, la luna piena di aprile, conosciuta come la “luna rosa”, è anche considerata una “super luna”.

Cosa significa questo per te?

No, il gigante lunare non possiederà poteri soprannaturali o abilità soprannaturali nei Celestiali – apparirà semplicemente più grande.

Ma questo è ancora molto elegante.

Conosciuta come la “Luna Rosa”, la luna piena di aprile dovrebbe sorgere nel cielo della Columbia Britannica lunedì 26 aprile. A Vancouver, la luna apparirà al massimo alle 4:13 del mattino, quindi a meno che tu non sia un gufo troppo tardi la notte o ti alzi troppo presto, catturerai comunque il corpo celeste in tutta la sua gloria superlativa domenica notte (25 aprile) .

Perché si chiama la luna rosa?

Calendario del vecchio contadino Nota che Pink Moon ha preso il nome da “muschio rosa”, che annuncia l’emergere di “muschio rosa” o phlox selvatico, uno dei primi fiori della primavera. Si noti che i popoli indigeni daranno nomi distinti a ogni luna che si verifica frequentemente per celebrare il cambio delle stagioni. In quanto tali, molti di questi nomi hanno avuto origine quando i nativi americani hanno interagito per la prima volta con i coloni.

Oltre a quanto detto, Space.com Si noti che la luna piena di aprile ha anche altri nomi, tra cui Luna piena dell’erba germogliata, Luna dell’uovo e Luna piena del pesce.

Poiché la luna rosa è considerata una “luna gigante”, apparirà il 15% più luminosa e il 7% più grande di una normale luna piena a causa della sua vicinanza alla Terra.

READ  La sequenza di DNA più antica del mondo è presa da un mammut di milioni di anni

EarthSky Egli osserva che gli astronomi spesso si riferiscono a “superlune” come a lune quasi piene – un termine che si riferisce semplicemente alla luna “vicino alla Terra”.

Gli osservatori del cielo dovrebbero scegliere di viaggiare il più lontano possibile dalle luci della città per evitare l’inquinamento luminoso che oscura la visibilità dei corpi celesti. Sebbene funzioni al meglio in luoghi remoti, qualsiasi luogo con un’elevazione maggiore fornirà anche condizioni di visualizzazione più ideali.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x