La Kalosh Orchestra ucraina vince l’Eurovision nel bel mezzo della guerra

Torino, Italia (AP) – L’orchestra ucraina Kaluch ha vinto l’Eurovision Song Contest, un’apparente dimostrazione di sostegno popolare per la nazione devastata dalla guerra del gruppo che ha trasceso la musica.

La band e il loro singolo “Stefania” hanno battuto altri 24 artisti domenica mattina presto nel gran finale della competizione. Il voto pubblico da casa, tramite SMS o l’app Eurovision, si è rivelato decisivo, elevandoli al di sopra della star britannica di TikTok Sam Ryder, che ha guidato dopo che le giurie nazionali in 40 paesi hanno espresso i loro voti.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accolto con favore la vittoria, la terza dell’Ucraina dal suo debutto all’Eurovision nel 2003. “Faremo tutto il possibile” per ospitare la competizione del prossimo anno nella devastata città portuale di Mariupol, che è quasi interamente occupata dalle forze russe, ha affermato.

Descrivendo la città, Zelensky ha sottolineato “Mariupol ucraino”, aggiungendo: “Libero, pacifico, ricostruito!”

“Sono sicuro che l’accordo vittorioso nella battaglia con il nemico non è lontano”, ha detto Zelensky in un post sull’applicazione di messaggistica di Telegram.

Olli Siok, direttore della Kalush Orchestra, ha attinto al vasto pubblico globale, che l’anno scorso contava più di 180 milioni, per fare un appassionato appello a liberare i combattenti ancora intrappolati sotto un’estesa acciaieria a Mariupol.

“Aiuta Azovstal, ora”, ha implorato Pesiuk dopo la sua esibizione trionfante, parlando da sotto un cappello a secchiello luminoso che è diventato il marchio di fabbrica della band tra i fan.

In seguito ha affermato in una conferenza stampa che le persone potrebbero aiutare “diffondendo informazioni, parlandone e chiedendo aiuto ai governi”.

439 voti dei fan è il numero più alto di punti di trasmissione televisiva mai ricevuto in una competizione Eurovision, giunta alla sua 66a edizione. Psyuk ha ringraziato la diaspora ucraina “e tutti coloro che hanno votato per l’Ucraina in tutto il mondo. … la vittoria è molto importante per l’Ucraina. Soprattutto quest’anno”.

READ  Rugby a sei nazioni | Vota il tuo tour della Guinness delle Sei Nazioni

Bisuk ha coniato “Stefania” In omaggio a sua madre, ma dall’invasione russa del 24 febbraio, l’inno è diventato un inno della madrepatria, con parole che giurano: “Troverò sempre la strada di casa, anche se tutte le strade sono distrutte”.

La stessa Kalush Orchestra è un progetto culturale che coinvolge esperti di folklore e fonde melodie popolari tradizionali e hip-hop contemporaneo in una difesa mirata della cultura ucraina. Questo è diventato un punto ancora più saliente poiché la Russia attraverso la sua conquista ha cercato di affermare falsamente che la cultura ucraina non è unica.

“Siamo qui per dimostrare che la cultura ucraina e la musica ucraina sono ancora vive e hanno la loro firma molto speciale”, ha detto Beswick ai giornalisti.

La richiesta di liberare i combattenti ucraini rimasti intrappolati sotto lo stabilimento Azovstal dai russi ricordava tristemente che il famoso e talvolta esaltante Eurovision Song Contest si stava svolgendo sullo sfondo della guerra sul fianco orientale dell’Europa.

Il Battaglione Azov, che è tra gli ultimi 1.000 difensori dell’impianto, ha inviato un ringraziamento da Warren Tunnels sotto l’impianto e ha pubblicato su Telegram: “Grazie alla Kalush Orchestra per il supporto! Gloria all’Ucraina!”

La città stessa è stata il luogo di alcune delle peggiori distruzioni della guerra di due mesi e mezzo, poiché la Russia cerca di assicurarsi un ponte di terra tra il Donbass e la Crimea controllata dai separatisti, che ha annesso nel 2014.

Alla band di sei membri, tutta maschile, è stato concesso un permesso speciale per lasciare il paese per rappresentare l’Ucraina e la cultura ucraina in un concorso musicale. Uno dei membri originari è rimasto a combattere, e gli altri torneranno in Ucraina tra due giorni, quando scadrà il permesso di uscita temporanea.

READ  Travis Parker e Kourtney Kardashian rompono il silenzio sul ricovero

Prima di recarsi in Italia, Psiuk gestiva un’organizzazione di volontari da lui fondata all’inizio della guerra che utilizza i social media per aiutare a trovare mezzi di trasporto e riparo per le persone bisognose.

“È difficile dire cosa farò, perché questa è la prima volta che vinco l’Eurovision”, ha detto Beswick. “Come ogni ucraino, sono pronto a combattere e andare fino alla fine”.

Sebbene il sostegno all’Ucraina nel concorso canoro sia stato alla fine travolgente, il concorso è rimasto spalancato fino a quando non sono stati conteggiati i voti popolari finali. Guerra o no, i tifosi spagnoli, britannici e di altri paesi che sono arrivati ​​​​al PalaOlimpico da tutta Europa hanno corteggiato i loro paesi per la vittoria.

Tuttavia, la fan della musica ucraina Irina Lacey ha affermato di sentire il sostegno globale per il suo paese durante la guerra e “non solo per la musica”.

La Russia è stata esclusa quest’anno dopo l’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio, una mossa che secondo gli organizzatori mirava a tenere la politica fuori dalla concorrenza che promuove la diversità e l’amicizia tra le nazioni.

Di ritorno in Ucraina, nella città nord-orientale colpita di Kharkiv, la partecipazione della Kalush Orchestra all’Eurovision è vista come un’ulteriore piattaforma per la nazione per ottenere il sostegno internazionale.

L’intero Paese è in aumento, tutti nel mondo ci sostengono. “Questo è molto bello”, ha detto Julia Vashenko, un’insegnante di 29 anni.

“Penso che ovunque si trovi l’Ucraina e ci sia un’opportunità per parlare di guerra, dobbiamo parlare”, ha detto Alexandra Konovalova, una truccatrice di 23 anni a Kharkiv. “Ogni competizione è importante ora, grazie alla quale più persone vengono a conoscenza di ciò che sta accadendo ora”.

Anche gli ucraini in Italia lo erano Utilizzando l’evento Eurovision come sfondo dell’evento FlashMob di questa settimana per chiedere aiuto a Mariupol. Circa 30 ucraini si sono radunati in un bar di Milano per assistere alla trasmissione, molti dei quali indossavano sgargianti cappelli a secchiello come quelli sfoggiati da Psiuk, a supporto della band.

READ  Netflix si lancia nel riportare "Perfect Strangers" come primo originale arabo

“Siamo molto lieti che abbia chiamato per aiutare a salvare la gente di Mariupol”, ha detto l’avvocato Zoya Stankovska durante la presentazione. “Oh, questa vittoria porta così tanta speranza.”

Il vincitore ottiene un trofeo con un microfono di vetro e un potenziale impulso alla carriera, anche se la pace è la preoccupazione numero uno della Kaloosh Orchestra.

L’Italia ha ospitato l’evento dopo la vittoria del gruppo rock locale Maneskin l’anno scorso a Rotterdam. La vittoria ha catapultato la band romana alla fama internazionale, aprendo davanti ai Rolling Stones e apparendo al Saturday Night Live e in diverse copertine di riviste nel suo costume icona gender fluid.

Venti squadre sono state selezionate per le semifinali di questa settimana e hanno gareggiato contro i Big Five di Italia, Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna, che hanno posti permanenti grazie al loro sostegno finanziario per la competizione.

Il commentatore ucraino Timur Miroshnichenko, che fa la voce fuori campo per la trasmissione ucraina dell’Eurovision, stava partecipando da un seminterrato in un luogo sconosciuto, invece del suo solito studio televisivo.

“Il quinto o quarto giorno di guerra, hanno sparato alla nostra torre della televisione a Kiev”, ha detto. Per continuare a trasmettere, “Dovevamo trasferirci sottoterra da qualche parte in Ucraina”.

Ha detto che lo spettacolo dell’Eurovision in Ucraina è stato significativo, sia online che in TV.

“Quest’anno, penso che sia più simbolico che mai”, ha detto Miroshnichenko.

Ha detto che l’Ucraina ha potuto partecipare al concorso musicale “grazie alle forze armate dell’Ucraina e alla resistenza del nostro popolo”.

____

Barry segnalato da Milano. Vasilisa Stepanenko Contributo da Kharkiv, Ucraina.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x