La leggenda del tennis Petrangelli celebra il rinascimento maschile italiano | notizie sul tennis

ROMA – Il rinascimento del tennis maschile italiano non ha soddisfatto il mito dello sport, Nicola Petrangelli, che ha detto all’AFP di ritenere Yannick Sener tra i primi cinque entro la fine dell’anno.
Petrangelli, due volte campione dell’Open di Francia nel 1959 e nel 1960, ha detto che è stato fantastico che il numero otto del mondo Matteo Berrettini e il numero otto del mondo Sinner a Wimbledon lo scorso anno lo abbiano combinato con il migliore nel gioco maschile.
È passato molto tempo. L’ultimo campione italiano del Grande Slam, Adriano Banatta, è stato incoronato campione dell’Open di Francia 46 anni fa.
Successivamente, gli uomini hanno preso il posto in secondo piano delle donne quando Francesca Schiavone ha vinto gli Open di Francia 2010 e ha perso nella finale del 2011 e Sara Irani che ha perso la finale del 2012 contro Maria Sharapova.
Flavia Pennetta ha poi vinto gli US Open 2015 nella finale tutta Italia con Roberta Vinci.
“Per dieci anni le donne ci hanno portato, hanno ottenuto cose straordinarie”, ha detto Petrangelli, 88 anni, all’AFP a margine del due volte vincitore dell’Open d’Italia.
“Ora, c’è un enorme rimbalzo da parte degli uomini”.
“Sono l’unico atleta italiano a vivere del suo nome… spero che duri ancora un po’!”, ha detto Petrangelli, intervenendo davanti al tribunale del Foro Italico che porta il suo nome dal 2006.
Ha scelto Sinner, 20 anni, come il più propenso a uscire dai due tra i primi cinque.
Il grande servizio Berrettini – che ha anche partecipato alle semifinali del Grande Slam, agli US Open 2019 e agli Australian Open 2021 – è attualmente fuori gioco perché si sta riprendendo da un’operazione manuale.
Più tardi mercoledì, Sener giocherà al secondo turno contro il 34enne connazionale Fabio Fognini, che un tempo era al nono posto nel mondo.
La sua ascesa è stata accompagnata dall’ascesa del 19enne spagnolo Carlos Alcaraz, che ha vinto il campionato di Madrid la scorsa settimana per aumentare il suo livello in vista degli Open di Francia.
“Il peccatore potrebbe non essere forte come Carlos Alcaraz (il 19enne spagnolo che ha vinto a Madrid domenica scorsa), ma è molto bravo e migliorerà”, ha detto Petrangelli.
“Lo vedo tra i primi cinque entro la fine dell’anno”.
Petrangelli – che detiene il record di partite di gomma giocate in Coppa Davis (164) – è soddisfatto che in un Paese dominato dal calcio, due uomini stiano prosperando in un altro sport.
Petrangeli ha quasi perso anche contro il calcio dopo essere arrivato in Italia dalla sua città natale, la Tunisia, all’età di 13 anni.
“Ho giocato a calcio meglio del tennis fino all’età di 18 anni”, ha detto Petrangelli, che ha portato l’Italia alla prima vittoria in Coppa Davis nel 1976.
“Ho giocato con i giovani della Lazio ma un giorno hanno voluto cedere in prestito a un’altra squadra.
“Quando giochi a calcio sei schiavo della tua squadra.
“Ho visto innumerevoli viaggi davanti a me (e ho scelto il tennis).
“Forse ho fatto la cosa giusta?” Disse con un sorriso.

READ  I guanti di Euro 2020 vinti dall'Italia Donnarumma costano £100 e hanno 288 mutazioni all'estero

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x