La liquidità in uso ha ora raggiunto il 14,5% del PIL

Mumbai: la valuta in circolazione in percentuale del PIL ha toccato un nuovo massimo del 14,5% per l’anno fiscale 2020-2021. L’aumento è avvenuto quando la pandemia ha aumentato la domanda di contanti e ha ridotto il prodotto interno lordo.
Allo stesso tempo, nel quinto anniversario della decircolazione, continua la crescita di ogni forma di pagamento digitale, che si tratti dell’Unified Payments Interface (UPI), delle carte di credito e di debito o di FASTag, a dimostrazione che il passaggio al digitale e alla densità di contante non si escludono a vicenda.
L’aumento delle valute in circolazione dopo la pandemia è stato un fenomeno globale, descritto come una “corsa ai contanti” in mezzo all’elevata incertezza. È quello che è successo negli Stati Uniti, Spagna, Italia, Germania, Francia, Brasile, Russia e Turchia.
Nel frattempo, i pagamenti digitali sono quasi tre volte quelli dell’anno fiscale 2018. L’indice dei pagamenti digitali della Reserve Bank of India, che aveva il 2018 come anno base a 100, è salito a 270. Questo indicatore cattura anche la diffusione del digitale, tenendo conto Crescita delle infrastrutture di pagamento.
Dei quattro obiettivi principali per il detrading delle valute, l’India sembra aver ottenuto buoni risultati su tre. C’è stato un aumento delle transazioni digitali. Inoltre, c’è stato anche un calo delle monete contraffatte. Le banconote false rinvenute hanno continuato a scendere da 310.000 nell’esercizio 2019 a 290.000 nell’esercizio 2020 e 200.000 nell’esercizio 21. Ci sono anche indicazioni che l’economia sta diventando più formale.
Secondo il capo economista del gruppo SBI Somaya Kanti Ghosh, ci sono indicazioni che l’economia informale si sia ridotta al 20% del PIL dal 40% di alcuni anni fa. Questo è simile all’Europa e molto meglio dei paesi dell’America Latina, dove la dimensione dell’economia informale è stimata al 34%.

READ  Kangana Ranaut cerca di erigere un memoriale per il pioniere delle mele a Himachal Stokes

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x