La missione Euclid verso l’ignoto dell’Agenzia spaziale europea [Video]

La missione Euclid verso l’ignoto dell’Agenzia spaziale europea [Video]

La missione Euclid dell’ESA è progettata per esplorare la formazione e l’evoluzione dell’universo oscuro. Il telescopio spaziale creerà un’affascinante mappa della struttura su larga scala dell’universo attraverso lo spazio e il tempo osservando miliardi di galassie fino a 10 miliardi di anni luce di distanza, attraverso più di un terzo del cielo. Euclid esplorerà come l’universo si è espanso e come si è formata la struttura nel corso della storia cosmica, rivelando di più sul ruolo della gravità e sulla natura dell’energia oscura e della materia oscura. Credito immagine: ESA / Euclid / Euclid Consortium / NASA. Galassie di sfondo: NASA, ESA e S. Beckwith (STScI) e il team HUDF

La missione Euclid dell’ESA mira a rivelare la natura della materia oscura e dell’energia oscura creando una mappa temporale 3D dell’universo usando la sua ottica unica per osservare miliardi di galassie. I dati raccolti consentiranno conclusioni accurate su queste entità sfuggenti, migliorando la nostra comprensione dell’espansione dell’universo e del comportamento della gravità su grandi distanze.

IL[{” attribute=””>European Space Agency’s Euclid mission is designed to bring the dark side of the Universe to light. Based on the way galaxies rotate and orbit one another, and the way in which the Universe is expanding, astronomers believe that two unseen entities dominate the composition of our cosmos. They call these mysterious components dark matter and dark energy, yet to date we have not been able to detect either of them directly, only inferring their presence from the effects they have on the Universe at large.

To better understand what dark matter and dark energy may be, we need a mission that can more closely reveal what effects they have had on galaxies, galaxy clusters, and the expansion of the Universe itself. Euclid is that mission.


La missione Euclid dell’ESA è progettata per rivelare le proprietà e gli effetti della materia oscura e dell’elusiva energia oscura, entità che si pensa dominino la formazione dell’universo ma che rimangono direttamente sconosciute. Euclide creerebbe una mappa tridimensionale dell’universo, usando il tempo come sua terza dimensione, osservando miliardi di galassie fino a 10 miliardi di anni luce di distanza. Questa mappatura completa aiuterà gli scienziati a mappare la posizione e la velocità delle galassie attraverso vaste distanze e nel corso della storia cosmica, facendo luce sull’espansione dell’universo nel tempo. Credito: ESA

La missione Euclid dell’Agenzia spaziale europea creerà una mappa tridimensionale dell’universo, con la terza dimensione che rappresenta il tempo stesso. Più una galassia è lontana dal suo posto, più tempo impiega la sua luce a raggiungerci, e quindi la vedremo prima nella storia cosmica. Osservando miliardi di galassie a 10 miliardi di anni luce di distanza, gli scienziati saranno in grado di tracciare la posizione e la velocità delle galassie su enormi distanze e lungo la maggior parte della storia cosmica, e tracciare il modo in cui l’universo si è espanso in quel periodo. L’insolita ottica di Euclid rivelerà anche sottili distorsioni nell’aspetto delle galassie.

Con questa ricchezza di nuovi dati, gli astronomi saranno in grado di dedurre le proprietà dell’energia oscura e della materia oscura in modo più preciso che mai. Ciò aiuterà i teorici a determinare la natura di questi misteriosi componenti ea sviluppare una comprensione accurata di come si comporta la gravità su distanze maggiori.

READ  Gli astronauti finiscono di installare i pannelli solari per aumentare la capacità della stazione

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x