La NASA è pronta per il secondo tentativo di lanciare la missione Artemis I sulla luna

La NASA ne prenderà due.

Lunedì, l’agenzia spaziale non è stata in grado di lanciare il suo razzo, lo Space Launch System (SLS) con la sua navicella spaziale Orion per Artemis I, una missione senza pilota intorno alla luna.

Ma oggi ci riprovano.

L’agenzia spaziale ha affrontato diversi problemi lunedì. Innanzitutto, si è verificato un ritardo nel caricamento del propellente nell’SLS a causa di un fulmine nelle vicinanze, che ha richiesto circa 40 minuti. Quindi, una volta che hanno potuto iniziare, si è verificato un problema con la velocità di caricamento dell’idrogeno liquido e dell’ossigeno liquido, il che significava un altro breve impiccio.

Poi la NASA ha avuto un altro problema con la perdita di elio. L’hanno riscontrato in precedenza durante il loro allenamento con i vestiti bagnati, che comporta una sorta di rilascio fantasma, in cui passano attraverso tutti i passaggi di un vero tentativo senza effettivamente partire.

Quello che alla fine è successo nel tentativo di lancio di lunedì è stato un problema con uno dei motori a razzo dell’RS-25. Il terzo motore ha mostrato che non si stava raffreddando correttamente e, a causa di tutte le altre riserve, hanno esaurito il tempo e hanno dovuto pulire la lancia.

Guarda | Lunedì Artemis ho cancellato il lancio:

La NASA ripulisce il lancio di Artemis I, ritardando il ritorno sulla luna

La NASA ha posticipato il lancio di Artemis I, il primo lancio nella missione dell’agenzia di riportare gli esseri umani sulla Luna. Le perdite di carburante hanno costretto la NASA a smantellare il lancio di un razzo senza pilota.

READ  La NASA pubblica l'immagine del danno di James Webb causato dalla collisione di micrometeorite

Oggi fornirà alla NASA una seconda possibilità per lanciare la missione Artemis I.

“In questo momento siamo sulla buona strada per un lancio alle 14:17. Abbiamo una finestra di due ore”, ha detto venerdì ai media Jeremy Parsons, vicedirettore dei sistemi di esplorazione della terra del Kennedy Space Center.

“E in questo momento il team ha fatto un ottimo lavoro aiutandoci a uscire dal nostro primo tentativo di lancio, risolvendo tutti i problemi e mettendoci in una configurazione sicura per il nostro tentativo di lancio di domani”.

Il conto alla rovescia continua anche se sabato mattina l’operazione ha dovuto affrontare un altro problema. Il rifornimento del razzo è stato brevemente interrotto da una perdita di idrogeno, lasciando gli ingegneri che si affrettavano a tappare quello che pensavano fosse uno spazio vuoto attorno al sigillo.

Il tempo è un jolly

La scorsa settimana ha visto molti temporali sparsi lungo la costa spaziale.

Il funzionario meteorologico, Melody Lovin, ha affermato che c’è una probabilità del 60% di condizioni meteorologiche favorevoli quando si aprirà la finestra di lancio. Questo sale all’80 percento verso la fine della finestra, e lei ha detto di essere ottimista.

Valuteranno nuovamente i parametri meteorologici per il lancio di oggi tre ore prima dell’apertura della finestra delle 14:17 ET.

Se la NASA non è in grado di lanciare oggi, la prossima opportunità è lunedì, con una finestra di 90 minuti che si apre alle 17:12.

La preferenza meteo per quella finestra è del 70 percento. Tuttavia, Leuven ha affermato che c’è più incertezza su tali previsioni.

READ  Scoperte esplosioni radio più misteriose e veloci, con una possibile risposta all'orizzonte

“Non mi aspetto che il tempo sia un catalizzatore per la visualizzazione in nessuna delle mie finestre di lancio”, ha detto.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x