La NASA si sta preparando per i voli in mongolfiera del Circolo Polare Artico a metà maggio

La NASA si sta preparando per i voli in mongolfiera del Circolo Polare Artico a metà maggio
Un pallone scientifico della NASA simile a questo effettuerà quattro voli separati dalla Svezia a partire da maggio. Immagine dalla fotografia Centro di volo spaziale Goddard della NASA

30 aprile (UPI) — I funzionari della NASA hanno in programma di lanciare dalla Svezia la campagna di palloncini di lunga durata dell'agenzia spaziale per raccogliere dati scientifici per aiutare con diversi progetti a partire da metà maggio.

Secondo la NASA, il Balloon Program della National Aeronautics and Space Administration sta collaborando con la Swedish Space Corporation per lanciare palloni in grado di operare nello spazio vicino a circa 150.000 piedi sopra la Terra. Annunciare Martedì.

“La nostra partnership con la Fondazione spaziale svedese è preziosa per la NASA e per la comunità scientifica poiché ci consente di utilizzare le loro strutture di alta qualità a Esrang”, ha detto martedì Andrew Hamilton, responsabile ad interim del programma di palloni aerostatici della NASA.

Esrange si trova in una vasta area scarsamente popolata della Svezia e riceve la luce solare 24 ore su 24 durante i mesi estivi.

Hamilton ha affermato che i palloni ad alta quota non perderebbero il gas necessario per mantenerli in volo a causa della luce solare costante durante i mesi estivi nelle regioni polari.

“La posizione del raggio di lancio e i venti stratosferici consentono condizioni di volo eccellenti per raccogliere diversi giorni di dati scientifici mentre i palloni transitano dalla Svezia al Canada settentrionale”, ha spiegato Hamilton.

Il programma dei palloncini prevede quattro missioni principali quest'estate.

Una missione utilizza un magnete superconduttore per misurare il flusso degli isotopi dei raggi cosmici ad alta energia verso energie inesplorate, contribuendo a determinare l’età dei raggi cosmici della Via Lattea.

READ  Un'eclissi solare anulare vista in tutto il Canada catturata nel fiume Peel

La seconda missione utilizzerà apparecchiature di imaging ad alta risoluzione per registrare i raggi X emanati da esplosioni microelettroniche attive nell'atmosfera polare.

La missione richiede che un pallone da 60 milioni di piedi cubi voli ad un'altitudine superiore a 150.000 piedi.

Una terza missione si concentrerà sul Sole e utilizzerà immagini ad alta risoluzione per osservare la polarimetria spettrale dei suoi strati chiamati fotosfera solare, cromosfera e altre regioni attive del Sole.

Le immagini aiuteranno a misurare la temperatura, il campo magnetico e le velocità associate a tali strati.

La quarta missione utilizzerà il telescopio per osservare le sorgenti di molti buchi neri e stelle di neutroni nella Via Lattea per aiutare a capire come gli elettroni vengono accelerati ed emettono raggi X.

La quarta missione includerà due carichi utili più piccoli per completare due missioni scientifiche aggiuntive.

Uno utilizzerà uno spettrometro a canale infrarosso per misurare la parte superiore delle nuvole e la dimensione e la forma delle particelle di ghiaccio che aiuterà gli scienziati a comprendere meglio il tempo meteorologico migliorando al contempo i modelli climatici.

Un altro progetto aiuterà la NASA a sviluppare tecnologie di sensori che misurano le lunghezze d’onda UVA, UVB e UVC e le concentrazioni di ozono.

La NASA afferma che i suoi palloni ad alta quota possono sollevare fino a 8.000 libbre e rappresentano un modo rapido ed economico per testare, monitorare e recuperare esperimenti scientifici per la NASA e le università di tutto il mondo.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x