La navicella spaziale DART della NASA sta per scontrarsi con un asteroide

Il Double Asteroid Redirection Test (DART) della NASA ha ottenuto un punteggio a La prima vista Nel sistema di asteroidi Didymos – e in pochi giorni, tenterà di distruggere una roccia spaziale nella speranza di aiutare la NASA a prevenire la collisione di un asteroide con la Terra in futuro.

la sfida: Il nostro sistema solare contiene milioni di corpi rocciosi rimasti dopo la formazione di pianeti e lune. Il più grande di questi asteroidi sono asteroidi e, sebbene la maggior parte non si avvicini mai a noi, se uno di grandi dimensioni si schiantasse sulla superficie terrestre, l’impatto potrebbe essere devastante.

La NASA sta guardando Asteroidi potenzialmente pericolosiE, se vede qualcuno dirigersi verso di noi, potremmo essere in grado di prevenire la collisione colpendo qualcosa nella minacciosa roccia spaziale per reindirizzarlo, ma nessuno ha mai tentato una missione di reindirizzamento di asteroidi, quindi non lo sappiamo per certo come o se funzionerà.

“Questa prima serie di immagini viene utilizzata come test per dimostrare le nostre tecniche di imaging”.

Elena Adams

Il DART navicella spaziale: Dal momento che non vogliamo aspettare che il nostro pianeta sia in pericolo per vedere se un asteroide può essere reindirizzato, la NASA ha lanciato Frecciail primo esperimento di difesa planetaria al mondo, nel novembre 2021.

La navicella DART dovrebbe avere un impatto con Dimorphos, un piccolo asteroide in orbita attorno all’asteroide più grande Didymos, il 26 settembre 2022, quando la coppia sarà a circa 7 milioni di miglia dalla Terra, non abbastanza da danneggiare il nostro pianeta.

La NASA utilizzerà quindi i dati della collisione per informare futuri esperimenti di reindirizzamento degli asteroidi e, se necessario, vere e proprie missioni di difesa planetaria.

READ  Qual è il vaccino contro il vaiolo delle scimmie e chi dovrebbe farlo?

Occhio al premio: Durante il suo viaggio di 10 mesi verso il sistema di asteroidi Didymos, la navicella DART ha utilizzato un dispositivo di imaging, Draco (Didymos Poll e Asteroid Camera for Optical Navigation), per scattare migliaia di foto.

Combinando quasi 250 immagini catturate da DRACO il 27 luglio 2022, la NASA ha prodotto la prima immagine DART di Didymos e Dimorphos.

Questa immagine di Didymos e della sua luna Dimorphos è un composto di 243 immagini scattate da DRACO. Credito immagine: Squadra di navigazione JPL DART della NASA

Perchè importa: La capacità di DART di acquisire ed elaborare le immagini del suo bersaglio con DRACO è fondamentale per il successo della missione: nelle ultime quattro ore prima dell’impatto, il veicolo spaziale DART dovrà navigare verso gli asteroidi senza l’intervento umano e quelle immagini saranno vitali per assicurarsi che raggiunga il suo obiettivo.

“Questa prima serie di immagini viene utilizzata come test per dimostrare le nostre tecniche di imaging”, ha affermato Elena Adams, ingegnere dei sistemi di missione DART presso il Johns Hopkins Laboratory of Applied Physics.

Ha continuato: “La qualità dell’immagine è simile a quella che possiamo ottenere dai telescopi terrestri, ma è importante mostrare che DRACO funziona correttamente e può vedere il suo obiettivo per apportare le modifiche necessarie prima di iniziare a utilizzare le immagini per guidare in modo indipendente il navicella spaziale verso l’asteroide.”

Ci piace sentirti! Se hai un commento su questo articolo o se hai consigli su una futura storia di Freethink, inviaci un’e-mail a [email protected].

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x