La polizia in Italia arresta un uomo che ha fermato i freni di emergenza su 100 treni

Un uomo sta affrontando un’accusa penale in Italia per aver presumibilmente tirato i freni di emergenza su quasi 100 treni e causato ogni tipo di ritardo nel trasporto di passeggeri, apparentemente per il suo divertimento, secondo i resoconti dei media.

L’indagato è un 47enne bulgaro, che si trova nel carcere di Genova e accusato di interruzione di un servizio pubblico e resistenza a pubblico ufficiale, Secondo Wanted in Rome.

Secondo quanto riferito, il Cavaliere Rosso ha spesso aspettato che i treni aumentassero la velocità nei tunnel, lungo le linee nelle regioni italiane di Liguria, Piemonte e Lombardia, prima di colpire.

Quindi cerca di integrarti mescolandoti con gli altri. Il suo ultimo crimine noto è stato la scorsa settimana su un treno per Genova.

La polizia è riuscita a rintracciare il sospettato – il cui nome non è stato subito noto – grazie alle telecamere di sorveglianza e alle testimonianze dei macchinisti.

Secondo un rapporto, il sospettato ritirerà le pause di emergenza per il suo divertimento.
AP

Apparentemente, è malizioso tanto in aria quanto sui binari.

L’agenzia di stampa italiana (ANSA) ha riferito che lo stesso uomo è riuscito a ripristinare la traiettoria dell’aereo la scorsa primavera provocando una colluttazione poco dopo il decollo dall’aeroporto internazionale di Orio al Serio a Bergamo.

L’uomo sarebbe ubriaco e ha iniziato a urlare quando non è riuscito a trovare i freni di emergenza dell’aereo – forse convinto di essere su un treno – spingendo il pilota a cambiare rotta e tornare a Bergamo, secondo l’ANSA.

READ  Caffè verde: gli ingegneri italiani tostano i chicchi di caffè con la forza del sole

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x