La polizia municipale ha recuperato dopo 28 anni la Ferrari da 350.000 sterline rubata alla leggenda della Formula 1 Gerhard Berger.

La polizia municipale ha recuperato dopo 28 anni la Ferrari da 350.000 sterline rubata alla leggenda della Formula 1 Gerhard Berger.

UN Ferrari rubato da Formula Uno La leggenda Gerhard Berger in un film drammatico furto Al Gran Premio di San Marino è stata restaurata dopo 28 anni.

La Testarossa F512M, del valore stimato di 350.000 sterline, fu sequestrata nell'aprile 1995 mentre il pilota si preparava a gareggiare nel Gran Premio di Imola, in Italia.

Secondo quanto riferito, Berger scoprì una rapina in corso e fece uno sforzo coraggioso, ma alla fine senza successo, per fermare il crimine.

Il pilota austriaco di Formula 1 si è infilato per primo nella traiettoria della Ferrari rosso brillante mentre si allontanava, saltando giù appena in tempo perché il ladro non mostrava alcuna intenzione di fermarsi.

Berger ha quindi requisito la Volkswagen Golf di un amico per inseguirlo, ma non è riuscito a raggiungere la supercar.

Il furto è avvenuto nello stesso fine settimana in cui a Imola veniva rubata la Ferrari 355 grigio argento appartenente al collega pilota di Formula 1 Jean Alesi.

La supercar di proprietà di Alesi, che era allora alla sua ultima stagione come compagno di squadra della Ferrari di Berger prima di essere sostituito da Michael Schumacher, non è mai stata ritrovata.

    (Polizia Metropolitana/Corpo dell'Autorità Palestinese)

(Polizia Metropolitana/Corpo dell'Autorità Palestinese)

    (Polizia Metropolitana/Corpo dell'Autorità Palestinese)    (Polizia Metropolitana/Corpo dell'Autorità Palestinese)

(Polizia Metropolitana/Corpo dell'Autorità Palestinese)

Ma lunedì la polizia metropolitana ha annunciato che la Ferrari di Berger è stata recuperata, più di 28 anni dopo.

Nel mese di gennaio era stata inviata alla Polizia Metropolitana una segnalazione da parte della Ferrari riguardante controlli su un'auto acquistata da un acquirente statunitense tramite un broker britannico.

Si è scoperto che l'auto era stata rubata e gli agenti dell'Unità per la criminalità organizzata sui veicoli del Met hanno effettuato indagini in tutto il mondo per identificare l'auto come appartenente a Burger.

READ  L'Italia si riserva pronta ad affrontare il Galles a Euro 2020

La Ferrari, spedita in Giappone poco dopo essere stata rubata, è stata rintracciata e sequestrata dagli agenti della polizia metropolitana per impedirne la vendita al di fuori del Regno Unito.

Gerhard Berger (a destra) festeggia dopo essere arrivato terzo nel Gran Premio di San Marino dopo che la sua auto è stata rubata (Getty)Gerhard Berger (a destra) festeggia dopo essere arrivato terzo nel Gran Premio di San Marino dopo che la sua auto è stata rubata (Getty)

Gerhard Berger (a destra) festeggia dopo essere arrivato terzo nel Gran Premio di San Marino dopo che la sua auto è stata rubata (Getty)

Mike Pilbeam, che ha guidato le indagini, ha dichiarato: “La Ferrari rubata – del valore di quasi £ 350.000 – era scomparsa da più di 28 anni prima che potessimo rintracciarla in soli quattro giorni.

“Le nostre indagini sono state scrupolose e hanno coinvolto autorità di tutto il mondo. Abbiamo lavorato rapidamente con partner tra cui la National Crime Agency, così come Ferrari e concessionari di automobili internazionali, e questa collaborazione è stata determinante per comprendere i retroscena dell'auto e prevenirla”. dal lasciare il paese.

Non sono stati effettuati arresti in relazione alla vendita dell'auto o al furto originale.

Berger, che ha trascorso 14 stagioni in Formula 1, ha lasciato la Ferrari con Alesi per passare alla Benetton dopo l'arrivo di Schumacher. Durante la sua carriera agonistica ha ottenuto due terzi posti nel Campionato Piloti.

Al Gran Premio di San Marino del 1995, Alesi arrivò secondo e Berger terzo – l'unica volta in cui condivisero il podio come compagni di squadra della Ferrari – in una gara vinta dal britannico Damon Hill.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x