La potente eruzione del vulcano Tonga ha inviato un pennacchio di cenere nell’atmosfera terrestre

Il 15 gennaio un vulcano a Tonga ha eruttato, offrendo ai satelliti la prima vista di un pennacchio di cenere vulcanica che volava nell’atmosfera, il terzo strato della Terra.

(Foto: foto per gentile concessione della NASA)

secondo NasaA Tonga, l’eruzione vulcanica è stata la più grande da quando i satelliti hanno iniziato a osservare il globo. Due satelliti meteorologici hanno attraversato il cielo mentre un vulcano del Pacifico ha vomitato cenere e gas nel cielo con la potenza di dieci megatoni di TNT.

I veicoli spaziali GOES-17 e Himawari-8, gestiti da Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica E la Japan Aerospace Exploration Agency, ha registrato un’esplosione di infrarossi ogni 10 minuti per circa 13 ore.

eruzione iniziale

Vulcano sottomarino erutta a Tonga

(Foto: Dana Stevenson // Getty Images)

Secondo l’analisi degli scienziati della NASA Ma non tutti realizzano i propri sogni, l’eruzione iniziale di cenere volò 36 miglia (58 chilometri) verso l’alto, mandando in frantumi la mesosfera. In questa regione, le meteore cadono a terra, bruciano e formano meteore che lampeggiano nel cielo notturno.

La colonna vulcanica ha impiegato circa 30 minuti per percorrere quella distanza. Quindi un secondo pennacchio è salito per oltre 31 miglia (50 chilometri). Entrambi sono visibili nelle immagini satellitari sottostanti, evidenziate in giallo. A causa delle condizioni di siccità nell’atmosfera, la metà superiore dei pennacchi si trasformò in gas e scomparve immediatamente.

“Siamo fortunati che l’ultima generazione di satelliti geostazionari li abbia catturati in modo così efficace e possiamo utilizzare questi dati in nuovi modi per datare la loro evoluzione”, ha affermato in una dichiarazione Christopher Bedka, uno scienziato atmosferico della NASA specializzato in forti tempeste.

READ  Il raro meteorite "earthgrazer" ha volato per 186 miglia attraverso Georgia, Alabama e Tennessee prima di scomparire

Articoli Correlati: Krakatoa: un vulcano abbastanza potente da cambiare il clima ha eruttato oggi in Indonesia

Eruzione del pinatubo

Monte Pinatubo (foto)

(Foto: per gentile concessione di Jackson K./USGS)

Secondo la NASA, l’eruzione del Monte Pinatubo del 1991 è stata il più grande pennacchio vulcanico mai rilevato dal satellite. Questo pennacchio è salito a 22 miglia (35 chilometri) sopra le Filippine, in alto nella stratosfera, ma ha mancato la mesosfera.

Il vulcano Tonga era completamente sommerso. Quando eruttò sotto l’oceano ed emerse rapidamente, creando una massa continentale che univa due ex isole, Hengja Tonga e Honga Hapai, attirò l’attenzione degli scienziati.

Una serie di intense eruzioni a gennaio ha spazzato via Infant Island. Ha strappato via gran parte dell’Honga Tonga e dell’Honga Hapai, bloccando più di un decennio di attività vulcanica di basso livello.

Sebbene l’area fosse deserta, l’eruzione e lo tsunami hanno distrutto case, barche e attività di pesca nelle isole abitate circostanti e hanno interrotto il cavo Internet sottomarino a Tonga. L’esplosione ha ucciso tre persone. Secondo la Banca mondiale, il disastro è costato 90,4 milioni di dollari di danni o il 20% del PIL di Tonga.

Mappatura satellitare

Bidka e il collega della NASA Konstantin Khlobinkov hanno utilizzato i dati dei due satelliti per mappare il pennacchio di cenere della prima eruzione, in modo simile a come il nostro cervello interpreta le immagini dai nostri occhi.

Hanno utilizzato un algoritmo per creare un profilo 3D del pozzo confrontando le immagini dei satelliti e le varie angolazioni da cui sono state scattate. Hanno escogitato una tecnica per esaminare potenti temporali nella stratosfera.

READ  La rara "stella di Natale" appare il 21 dicembre: questo è ciò che dice l'astrologia sulla biblica "Stella di Betlemme"

Leggi anche: L’eruzione vulcanica di Tonga è stata abbastanza potente da inviare onde gravitazionali nell’atmosfera

Per notizie simili, non dimenticare di seguire Notizie dal mondo naturale!

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza autorizzazione.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x