La quarta stagione di Fargo è una storia segreta degli Stati Uniti che viene raccontata attraverso famiglie criminali

Immagina l’America del XX secolo come un autentico sito archeologico, e invece di scavare a ritroso attraverso diverse ere geologiche – il Pliocene, il Pleistocene e l’Olocene – intrepidi accademici possono invece definire epoche diverse in base alle ossa dei criminali morti che scoprono. In modo indiretto, questa è la premessa di apertura della quarta serie di Fargo, Che crea rapidamente un ambizioso racconto criminale che riflette la storia dell’America stessa.

Non c’è un vero e proprio scavo, ovviamente, anche se il macabro scava sotto forma di forma totalmente comica a livello di marchio per una serie chiaramente ispirata ai fratelli Coen. Invece, ci occupiamo immediatamente della storia narrata di bande criminali di razze diverse che occupano la stessa erba, una per una, in una fascia di Kansas City, Missouri tra il 1900 e il 1950 (interessante, Kansas City non è in Kansas. Piccola vendetta effettuata. dagli americani che per secoli furono costretti a pronunciare nomi come Leicester, Alnwick e Pollio.) L’idea, spiega il narratore, è che ogni nuova ondata di immigrati in America, rifiutati e segnati dall’élite bianca anglosassone, così come coloro che sono emigrati prima di loro, si rivolgono al crimine e sostituiscono i loro antenati. Dichiara: “È così che sono riuscita”. “Tutti quelli che sono stati gli ultimi a scendere dalla barca, hanno trovato i cancelli della capitale onesta chiusi, si sono rimboccati le maniche e sono andati a lavorare per arricchirsi alla vecchia maniera”.

La prima serie di Fargo Salpò volontariamente all’indomani del film del 1996 Coen Brothers (“A Midwestern Man Commits Murders”). La seconda è tornata indietro nel tempo per servire come precursore della prima e della terza serie leggermente ramificate per raccontare una storia completamente nuova, basata su Ewan McGregor che interpretava due fratelli. Fargo La quarta serie mantiene la stessa tonalità di nero delle tre precedenti, ma la applica a un ambiente completamente diverso.

READ  Dakota Johnson è dovuta andare in terapia dopo aver filmato Suspiria in un hotel abbandonato in cima a una montagna

In pratica, funziona parecchio in questo modo. Il Moskowitz Jewish Syndicate fu il primo a stabilirsi a Kansas City, che nel 1920 stava combattendo una banda di immigrati irlandesi appena arrivati ​​noti come Milligan Concern. Dopo lo scambio di giovani ostaggi (i figli dei due leader), la famiglia Milligan e i Moscovitz giunsero a una pace inquieta – fino a quando il figlio del più anziano gangster irlandese, Patrick “Rabi” Milligan, si rivoltò contro la sua famiglia ebrea adottiva e aiutò il massacro irlandese loro. Avanti veloce di alcuni anni fino al 1934 e la famiglia mafiosa italiana Vada apparve, portando a un altro scambio di ostaggi. Questo Ora, il rabbino Milligan trasforma la delusione nel suo paese irlandesi Al-Fadas lo ha abbracciato dopo un secondo massacro. Bande ebree, poi irlandesi, poi italiane siedono l’una sull’altra come enormi strati di terra. “Se l’America è una nazione di immigrati”, chiede il narratore, “come fa una persona a diventare” un americano? “

È un nuovo approccio educativo e un quadro generale per Fargo, Che finora è rimasto sostanzialmente bloccato nel tono del film originale di Coens per tre serie: un misterioso mistero comico che si tuffa nelle profondità della corruzione umana individuale. Nel raccontare una storia più generale e ampia sugli Stati Uniti e le sue radici in varie ondate di immigrazione, il creatore Noah Hawley ha aperto la possibilità di un’epopea che rappresenta il mito di un’establishment egemonico e un inquietante mistero perverso. Ve lo aspettiamo da Fargo.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x