La rappresaglia della banca centrale tedesca causa seri problemi all’Italia

Draghi non ha avuto il tempo di portare avanti le riforme radicali necessarie per salvare l’Italia da questo cattivo equilibrio. La prevista modifica del sistema pensionistico e fiscale è in fase di stallo. “A margine, Draghi sta facendo delle riparazioni, ma molte sono ancora nell’aria”, ha detto Codogno.

La coalizione di Meloni è critica nei confronti delle regole dell’UE e non farà altro che un’adesione a parole alle 58 riforme neoliberiste richieste da Bruxelles. La sua coalizione vuole tagliare le tasse e gestire un disavanzo di bilancio primario più ampio.

Un governo semi-populista di questo tipo a Roma rende improbabile che la Germania accetti un’unione fiscale hamiltoniana, consentendo al Recovery Fund di sviluppare il tesoro dell’UE. Complica notevolmente l’uso dello strumento anti-proliferazione TPI. “La BCE non può dare a Roma un assegno in bianco e non può continuare a pagare la busta in contanti per il finanziamento del debito”, ha affermato Dowding di BlueBay.

In questo momento, la Banca Centrale Europea sta spostando i rimborsi del suo portafoglio obbligazionario dalle obbligazioni alle obbligazioni italiane, e su scala sbalorditiva. Questo ha dei limiti tecnici ed è una chiara violazione della clausola di non salvataggio nel Trattato di Maastricht più a lungo va avanti.

Il TPI è stato rivelato all’inizio di luglio, ma i dettagli devono ancora essere definiti. Non è ancora apparso nulla Rivista d’ufficio Lo strumento non è legalmente valido finché non lo fa.

David Marsh, presidente del Forum delle istituzioni finanziarie e monetarie ufficiali, ha affermato che ci sono domande irrisolte su chi sostiene i rischi finanziari degli interventi del TPI. Non è chiaro se lo strumento rappresenti un rischio finanziario Viola quindi la sovranità del bilancio del Bundestag tedesco e se è compatibile con le precedenti sentenze della Corte costituzionale tedesca.

READ  Le azioni globali salgono su forti guadagni e guadagni di petrolio | Reuters | Attività commerciale

“Il TPI può essere attivato solo se c’è un’infezione e un gran numero di paesi è sotto pressione”, ha affermato Peter Shavrik di RBC Capital.

“Se il pagamento inizia, la Bce sarà lì per acquistare il debito italiano. Ma gli spread possono arrivare prima a 300? Sì, possono”, ha detto.

Il vero pericolo per l’Italia è che possa pian piano essere soffocata da oneri finanziari insostenibili che restano elevati e nel tempo espongono le malattie di fondo dell’economia, finché qualcosa non esplode.

Il paese ha riserve di potere. Il debito privato è basso e gli italiani hanno circa 12 trilioni di euro di risparmi e attività. L’Italia potrebbe in qualsiasi momento uscire dalla trappola del debito sovrano espropriando una fetta di ricchezza privata e sequestrando depositi bancari simili alla storia di Amato nei primi anni ’90, o dell’Argentina Coraletto.

Le probabilità che il prossimo governo italiano consideri una misura del genere sono zero. Andrà in default prima sui creditori stranieri.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x