La Russia respinge le richieste dell’Ucraina di licenziare il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova presso la sede delle Nazioni Unite a New York, 24 settembre. (Lev Radin/Pacific Press/Shutterstock)

Il ministero degli Esteri russo ha criticato le richieste dell’Ucraina di rimuovere la Russia dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, secondo l’agenzia di stampa statale russa TASS.

Il ministero degli Esteri ucraino ha dichiarato lunedì in una dichiarazione che la Russia dovrebbe essere esclusa dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e dall’appartenenza alle Nazioni Unite nel loro complesso. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha in passato chiesto l’espulsione della Russia dalle Nazioni Unite.

Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, ha respinto la dichiarazione di Kiev mercoledì, dicendo: “Non fare nulla. Questo è esattamente il caso in cui i cani abbaiano mentre la carovana è in movimento”.

Zakharova ha fatto le osservazioni alla stazione radio Sputnik mercoledì in risposta a una domanda sulla reazione di Mosca.

Ecco alcune informazioni di base: Il ministero degli Affari esteri ucraino denuncia “gravi violazioni delle norme e dei principi del diritto internazionale, nonché crimini commessi sul territorio dell’Ucraina, in particolare crimini di guerra e crimini contro l’umanità, nonché il crimine di genocidio”.

Suggerisce che la Russia possa essere riammessa su raccomandazione all’adesione alle Nazioni Unite una volta “soddisfatti i requisiti per l’adesione all’organizzazione”.

READ  L'UE avverte i talebani di non aver riconosciuto il loro regime

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x