La scoperta di un nuovo fossile di rettile marino sotto forma di pesce spada

TORONTO – La scoperta di un nuovo rettile marino estinto sotto forma di pesce spada stimato in 130 milioni di anni sta aiutando a far luce sull’evoluzione di antichi animali conosciuti come ittiosauri.

Un team internazionale di ricercatori provenienti da Canada, Colombia e Germania ha scoperto la nuova specie, con un cranio lungo un metro ben conservato, salutandolo come uno degli ultimi ittiosauri sopravvissuti, antichi animali simili a pesci spada dei tempi moderni. Al Comunicato stampa della McGill University.

Il team ha presentato i propri risultati in uno studio pubblicato questo mese sulla rivista Journal of Systematic Paleontology.

“Questo animale ha sviluppato denti unici che gli permettono di mangiare grandi prede”, ha detto nella dichiarazione Hans Larsson, direttore del Redpath Museum della McGill. “Mentre altri ittiosauri avevano piccoli denti di uguali dimensioni per nutrirsi di piccole prede, questa nuova specie ha modificato le dimensioni dei suoi denti e la distanza tra loro per costruire un arsenale di denti per sbarazzarsi di grandi prede, come grandi pesci e altri rettili marini. “

I ricercatori hanno deciso di chiamare la nuova specie “Kyhytysuka”, che nella lingua originale della regione della Colombia centrale in cui è stato trovato il fossile si traduce in “il tipo che taglia con qualcosa di affilato”.

I ricercatori hanno scelto il nome in onore dell’antica cultura Muisca che vive nella regione di Vila de Leyva da migliaia di anni, secondo la dichiarazione.

Secondo lo studio, questa scoperta dimostra il progresso evolutivo degli ittiosauri e consente loro di confrontare le nuove specie con specie del Giurassico e del Cretaceo, con l’opportunità di studiare come si sono evolute.

READ  Esattamente quando dovresti guardare il film Pak Moon di questa settimana in Bigger, Brighter and Better

Kyhytysuka discende da un periodo di transizione durante il primo Cretaceo, quando la Terra stava emergendo da una fase relativamente fredda quando il livello del mare è aumentato e il supercontinente Pangea si è diviso in masse di terra settentrionale e meridionale.

La fine del Giurassico ha visto anche un evento di estinzione globale che ha alterato gli ecosistemi marini e terrestri e gli stati di rilascio, con molte specie lasciate da nuovi lignaggi che si sono evoluti dai loro antenati.

“Stiamo scoprendo molte nuove specie nelle rocce da cui proviene questo nuovo ittiosauro. Stiamo testando l’idea che questa regione e il tempo in Colombia fossero un hotspot per l’antica biodiversità e stiamo usando i fossili per comprendere meglio l’evoluzione degli ecosistemi marini durante questi anni”, ha detto il ricercatore Derley Curtis nel comunicato. Periodo di transizione”.

I ricercatori hanno in programma di continuare a esplorare nuovi fossili trovati a Villa de Leyva in Colombia.

“È qui che sono cresciuto”, ha detto Curtis, “ed è molto gratificante fare ricerche anche qui”.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x