La sonda cinese su Marte conduce un test radio con il Mars Express dell’ESA dopo essere sopravvissuta a un’interruzione solare

Un’immagine rilasciata dalla China National Space Administration (CNSA) l’11 giugno 2021 mostra un autoritratto della prima navicella spaziale marziana cinese Zhurong con la sua piattaforma di atterraggio. Foto: CNSA

La navicella spaziale cinese Zhurong Mars condurrà un test radio con il Mars Express dell’Agenzia spaziale europea (ESA) il mese prossimo dopo essere sopravvissuta a un’interruzione solare di quasi un mese.

Le operazioni dell’Agenzia spaziale europea (ESA) hanno annunciato mercoledì che il suo team Mars Express prevede di condurre una serie di cinque test di contatto con il rover cinese Zhurong Mars a novembre. Zhurong trasmetterà dati “ciechi” come parte di una tecnologia progettata più di dieci anni fa ma non ancora testata in orbita. L’Agenzia spaziale europea trasmetterà tutti i dati ricevuti al team di Zhurong per l’analisi.

Il 22 ottobre il China Lunar Exploration Project della China National Space Administration (CNSA) ha annunciato che l’orbiter Tianwen-1 Mars e il rover Zhurong continueranno la loro esplorazione scientifica dopo aver superato in sicurezza l’interruzione solare, durante la quale la sonda è stata . Ha perso il contatto con la Terra e ha fatto affidamento sui propri sistemi autonomi intelligenti. Il Mars Orbiter entrerà in orbita di telerilevamento all’inizio di novembre e condurrà un’esplorazione a distanza di Marte.

Lander e rover come Zhurong devono restituire la grande quantità di dati scientifici che raccolgono sulla Terra per l’analisi. Ma l’attrezzatura di cui avrebbero bisogno per trasmettere questi dati direttamente alla Terra dalla superficie di Marte occuperebbe spazio e massa preziosi. Per risolvere questo problema, mezzi da sbarco e veicoli itineranti sono stati dotati di piccole radio a corto raggio.

READ  Un professore di Harvard ritiene che lo strano asteroide del 2017 fosse una strana tecnologia

Radio simili sono trasportate da veicoli spaziali in orbita su Marte come l’orbita Mars Tianwen-1 dell’ESA e Mars Express.

Ciò consente al velivolo o alla sonda di inviare i propri dati a un orbiter che utilizza quindi il trasmettitore più grande e più potente per reindirizzare i dati attraverso la vasta distanza interplanetaria verso la Terra. Questo approccio di trasmissione dati è diventato lo standard per il funzionamento di rover e lander su Marte.

Dall’atterraggio a maggio, Zhurong ha restituito i dati alla sua squadra utilizzando l’orbiter cinese Tianwen-1. Tuttavia, è spesso utile esplorare modi alternativi per riportare i propri dati sulla Terra. Una soluzione comune è quella di utilizzare gli orbiter su Marte di altre agenzie spaziali per fornire supporto per la trasmissione di dati come Mars Express dell’ESA.

A novembre, Zhurong condurrà una serie di cinque test di trasmissione dei dati a Mars Express che li trasmetterà al centro operativo ESOC dell’ESA a Darmstadt, in Germania, e poi al team di Zhurong.

Questa è anche un’opportunità per il team di Mars Express di testare un metodo di backup per comunicare con i lander su Marte progettati più di dieci anni fa ma mai testati prima in orbita.

Tuttavia, a causa dell’incompatibilità tra i due sistemi radio, il veicolo spaziale Zhurong non può ricevere le frequenze utilizzate da Mars Express e non risponde al segnale convenzionale del veicolo spaziale. Fortunatamente, può trasmettere una frequenza compatibile con Mars Express.

“La Cina è pronta a collaborare con i paesi sviluppati e le principali potenze spaziali, nonché con alcuni paesi in via di sviluppo, sulla cooperazione internazionale nelle missioni spaziali”, ha affermato Zhang Kejian, capo del CNSA, aggiungendo che la Cina è pronta a condividere le tecnologie spaziali con altri paesi . Promuovere la cooperazione e lo sviluppo globali.

READ  Firefly lancia il suo primo razzo, ma perde il veicolo di lancio in un'esplosione durante il volo

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x