La sonda Emirati Al-Amal sarà la prima di tre missioni a raggiungere Marte questo mese

La missione degli Emirati Arabi Uniti per esplorare Marte, nota come Hope Probe, entrerà in orbita attorno a Marte il 9 febbraio.

La missione era una delle tre missioni lanciate su Marte dalla Terra a luglio, tra cui il Persevering Rover della NASA e la missione cinese Tianwen 1. La speranza ruota attorno al pianeta, Tianwen-1 orbiterà e atterrerà sul pianeta e la persistenza atterrerà su Marte.

Tutte e tre le missioni sono state lanciate più o meno nello stesso momento a causa dell’allineamento tra Marte e Terra sullo stesso lato del Sole, il che rende il viaggio più efficiente verso Marte.

quando L’arrivo della navicella spaziale e la Hope Probe rappresenteranno gli Emirati Arabi Uniti, il quinto paese nella storia a raggiungere il Pianeta Rosso. Le ambizioni di missione non si fermano qui.

La sonda, insieme ai suoi tre strumenti scientifici, dovrebbe creare la prima immagine completa dell’atmosfera di Marte. Gli strumenti raccoglieranno vari punti dati sull’atmosfera per misurare anche i cambiamenti stagionali e giornalieri.

Queste informazioni forniranno agli scienziati una panoramica del clima e delle dinamiche meteorologiche in diversi strati dell’atmosfera marziana. Insieme, questo farà luce su come l’energia e le particelle, come l’ossigeno e l’idrogeno, hanno viaggiato attraverso l’atmosfera e come fuggono da Marte.

“Abbiamo appreso da precedenti missioni che la perdita dell’atmosfera nel tempo nel corso del tempo nel corso della storia di Marte è significativa”, ha detto David Breen, vice capo investigatore dell’orbiter Maven. Atmosfera di Marte ed evoluzione a scacchi, Presso l’Università del Colorado Boulder Laboratory for Atmospheric and Space Physics.

“Dobbiamo fare di più per identificare questa perdita e capire come il resto dell’atmosfera influenza quella perdita da una prospettiva globale”.

Gli Emirati Arabi Uniti sperano che questo minuscolo modulo lunare scopra parti inesplorate della luna

Il team della missione ha detto che la navicella era in buona salute e si comportava esattamente come avrebbe dovuto essere nei giorni precedenti il ​​suo arrivo durante una conferenza stampa giovedì.

READ  I motivi più importanti per cui non stai perdendo peso | la salute

Sua Eccellenza Sarah Bint Youssef Al Amiri, Presidente dell’Agenzia Spaziale degli Emirati Arabi Uniti e Ministro di Stato per le Scienze Avanzate negli Emirati Arabi Uniti, ha affermato che l’intensificazione dell’arrivo della missione su Marte è stata un ottovolante emotivo.

“Ogni punto della celebrazione seguito da diversi punti di preoccupazione attende i prossimi punti di celebrazione”, ha detto.

“Da un lato, uno degli obiettivi della nostra missione era motivare molti studenti e un’intera comunità all’interno di STEM. Abbiamo assistito a un importante cambiamento nella mentalità degli studenti, prima di tutto, negli Emirati Arabi Uniti. Ma abbiamo anche abbiamo assistito a un forte impegno all’interno della regione, è una regione generalmente nota per essere instabile e che ha sollevato molte idee su ciò che è possibile “.

Raggiungere Marte

La sonda Hope si sta muovendo così velocemente verso Marte che se non rallenta in modo appropriato al suo arrivo, la sonda utilizzerà letteralmente la gravità di Marte per catapultarla nello spazio profondo.

Circa la metà del carburante della navicella verrà utilizzata per rallentare la sua velocità in modo tale da essere catturata dalla gravità di Marte e andare in orbita.

Lanciando le sue spinte 30 minuti prima di raggiungere Marte, rallenterebbe la sua velocità da più di 75.185 miglia orarie a 11.184 miglia orarie.

Come Hope Mars Mission farà la storia negli Emirati Arabi Uniti

Per riferimento, quando il rover persistente arriverà ad atterrare sulla superficie di Marte il 18 febbraio, colpirà la parte superiore dell’atmosfera marziana a velocità di oltre 12.000 mph e avrà solo sette minuti per rallentare per un atterraggio regolare sulla superficie.

Il team di Hope Probe sta esaminando questa fase dell’arrivo della navicella su Marte, chiamata fase di inserimento di Mars Orbit, importante e pericolosa come il lancio della navicella. E proprio come con molta perseveranza, praticamente atterrerà su Marte senza alcuna interferenza da parte della NASA, Hope sarà in grado di rispondere a qualsiasi problema e prendersi cura di se stessa, in una certa misura.

READ  La NASA afferma che l'antico Marte ha subito migliaia di gigantesche eruzioni vulcaniche

Una volta stabilita un’orbita attorno a Marte, Hope comunicherà con la Terra attraverso una stazione di terra in Spagna. Il tempo di luce unidirezionale tra Marte e la Terra dura tra i 10 e gli 11 minuti, quindi il segnale sarà leggermente ritardato.

“Meno della metà dei veicoli spaziali inviati su Marte sono effettivamente riusciti”, ha detto Pete Weithnell, responsabile del programma di missione presso l’Atmospheric and Space Physics Laboratory. “Ma questo è un evento molto addestrato, molto simulato e molto analizzato. Non riesco a immaginare di essere più preparato di quanto lo siamo ora”.

Cattura un nuovo look

Dopo che la gravità di Marte ha catturato Hope, entrerà in un’orbita ellittica attorno al pianeta, fino a 621 miglia dalla superficie di Marte e 30.683 miglia da essa. Ci vorranno circa 40 ore per completare un corso.

La sonda invierà la sua prima immagine di Marte durante questo periodo.

La speranza rimarrà in questa fase, chiamata orbita di cattura, tra febbraio e metà maggio durante la transizione della missione, secondo Breen.

Durante questa transizione, le squadre di terra invieranno alcuni comandi alla navicella per testare gli strumenti e fare osservazioni su Marte per vedere se qualcuno degli strumenti deve essere modificato.

Successivamente, è il momento di manovrare la speranza nell’orbita della scienza Il che consentirebbe ai dispositivi sonda di iniziare a catturare dati scientifici per Marte.

Hope completerà un’orbita scientifica del pianeta ogni 55 ore. Questa orbita fornirà il primo quadro globale delle dinamiche meteorologiche e atmosferiche su Marte, che sarà condiviso con la comunità scientifica tramite il data center della missione.

Dopo & # 39;  7 minuti di orrore, & # 39;  Il Perseverance Vehicle della NASA intraprenderà un viaggio epico '  Su Marte il mese prossimo

La durata della missione è prevista per due anni, con la possibilità di prorogarla per un terzo anno.

READ  La nuova teoria delle molteplici origini della vita

La sonda si troverà in un’orbita diversa rispetto ai precedenti veicoli spaziali che hanno visitato Marte.

“E ‘un’orbita molto alta, molto più alta di qualsiasi altra missione scientifica su Marte”, ha detto Breen. “In quell’orbita alta, dove i nostri dispositivi osservano Marte da una prospettiva globale, vedrai sempre quasi la metà di Marte, indipendentemente da dove siamo in orbita quando guardiamo il pianeta”.

L’orbita porterà la sonda vicino all’equatore marziano, che consentirà alla sonda di catturare diversi momenti della giornata sul pianeta. E il fatto che si tratti di un’orbita ellittica o ellittica significa che le osservazioni verranno catturate sia vicino che lontano da Marte.

“Potrebbe osservare molte regioni geografiche in un momento della giornata quando l’intera sonda si avvicina a Marte e accelera, e può eguagliare la velocità con cui Marte ruota attorno al suo asse”, ha detto Breen. “Può librarsi su una singola area geografica come il Grande Vulcano, l’Olimpo Mons, e studiarne l’atmosfera in molti momenti della giornata”.

Ogni nove giorni della missione, la sonda avrà scattato un quadro completo dell’atmosfera marziana.

“Monitoreremo ogni regione geografica in qualsiasi momento della giornata, ogni nove giorni”, ha detto Breen.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x