La squadra di calcio sammarinese gioca, nonostante i suoi piccoli colpi nella vittoria o nel gol

In effetti, è una zona rocciosa senza sbocco sul mare di una nazione situata vicino a Rimini, in Italia. I panorami rocciosi sono incredibili. Le tre torri medievali di San Marino si ergono come una torta nuziale di arenaria sopra la costa adriatica 16 miglia a est. A ovest, le cime delle montagne sporgono come file di denti di squalo.

attribuito a lui…New York Times

San Marino ha uno dei più alti standard di assistenza sanitaria al mondo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, e si autodefinisce la più antica repubblica sovrana, fondata nel 301. Ma le sconfitte calcistiche sono inevitabili nella piccola nazione di Gloucester, Massachusetts, che misura 24 miglia quadrate, circa un terzo delle dimensioni di Washington (Monaco e Città del Vaticano sono più piccole ma non riconosciute dalla FIFA).

Nella Nazionale sammarinese ci sono solo tre giocatori professionisti. Gli altri sono studenti, impiegati e istruttori di fitness. Giocano per i soldi della benzina e si allenano circa tre giorni alla settimana, spesso alle 21:00, dopo i loro lavori giornalieri. Maza, l’allenatore, è un insegnante di educazione fisica e non è pagato per le sue mansioni calcistiche se non per le spese.

Il 6 settembre, giorno della partita casalinga contro la Svezia, che si è classificata 18° al mondo, il portiere di riserva Federico Valentini stava lavorando in banca quando ha ricevuto una telefonata dalla Federcalcio. Il portiere principale del San Marino, Aldo Simoncini, che gioca per il Cesena in Serie A, non era assente per un infortunio al bicipite femorale.

READ  Will Connors stabilisce lo standard backrow a Roma

“Questo è il tuo momento”, ha detto a Valentini Giorgio Leone, coordinatore tecnico della nazionale sammarinese.

Con poco tempo per agitarsi, Valentini ha giocato costantemente e ha fermato lo 0-0 con la Svezia anche poco dopo l’espulsione del difensore sammarinese al 53′. La Svezia ha segnato una serie di gol nel finale vincere, 5-0, Contro un avversario short-handed. Ma Valentini si è scagionato bene, evitando anche un tiro dello svedese Zlatan Ibrahimovic, uno dei migliori attaccanti del mondo.

“Era molto emozionato”, ha detto il capitano sammarinese Andy Silva di Valentini. “Gli abbiamo detto che lo avremmo chiamato all’ultimo minuto di ogni partita”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x