La struttura della California afferma che le sue attrezzature potrebbero essere collegate al fuoco – notizie dal mondo

Pacific Gas & Electric ha notificato alle autorità di regolamentazione della California che le sue apparecchiature potrebbero essere state coinvolte nell’avvio del grande Dixie Fire nella Sierra Nevada.

In una dichiarazione domenica, la struttura ha affermato che un addetto alle riparazioni ha risposto all’interruzione di corrente il 13 luglio individuando un fusibile bruciato in un conduttore in cima a un palo, un albero che si sporgeva verso il conduttore e sparava alla base dell’albero.

Le attrezzature PG&E sono state ripetutamente collegate a grandi incendi boschivi, incluso l’incendio del 2018 che ha devastato la città di Paradise e ucciso 85 persone.

Venti intermittenti e fulmini secchi si sono aggiunti ai pericoli per gli equipaggi che hanno combattuto lunedì i più grandi incendi della nazione nelle aride foreste dell’Oregon, solo una delle dozzine di incendi in diversi stati occidentali.

Il devastante Bootleg Fire, uno dei più grandi nella storia recente dell’Oregon, ha già bruciato più di 476 miglia quadrate (1.210 chilometri quadrati), un’area grande all’incirca quanto Los Angeles. L’incendio a nord del confine di stato della California era contenuto al 25%.

I meteorologi prevedono incendi molto gravi almeno fino a lunedì, con possibilità di fulmini sia in California che nel sud dell’Oregon.

“Con il carburante così secco, qualsiasi temporale ha il potenziale per innescare un nuovo incendio”, ha dichiarato su Twitter il National Weather Service di Sacramento, in California.

A migliaia di persone è stato ordinato di evacuare, tra cui circa 2.000 persone che vivono nel terreno accidentato tra laghi e rifugi della fauna selvatica vicino al fuoco, che ha bruciato almeno 67 case e 100 annessi, minacciandone molti altri.

READ  La crisi costituzionale di El Salvador annuncia l'inizio di un "periodo di oscurità" | Notizie sui tribunali

Il cambiamento climatico ha reso l’Occidente più caldo e più secco negli ultimi 30 anni e continuerà a rendere il clima più estremo e ad aumentare la frequenza e la distruzione degli incendi. I vigili del fuoco hanno affermato che queste condizioni a luglio sono più comuni a fine estate o in autunno.

Le nuvole di pirocumulo – che letteralmente si traducono come “nuvole di fuoco” – hanno complicato gli sforzi di contenimento di domenica per il Dixie Fire nel nord della California, poiché le fiamme si sono diffuse in aree remote non facilmente accessibili agli equipaggi su terreni ripidi, hanno detto i funzionari. Nuovi ordini di evacuazione sono stati emessi nelle comunità rurali vicino al Feather River Canyon.

Il Dixie Fire è rimasto al 15% e ha coperto 29 miglia quadrate (74 km). L’incendio si trova a nord-est di Paradise, in California, e i sopravvissuti a quell’orribile incendio che ha ucciso 85 persone hanno guardato il fuoco bruciare con cautela.

I crescenti incendi boschivi a sud del lago Tahoe sono saltati su un’autostrada, richiedendo ulteriori ordini di evacuazione, chiudendo il Pacific Crest Trail e cancellando i giri in bicicletta estremi attraverso la Sierra Nevada.

Il Tamarack Fire, che è stato innescato da un fulmine il 4 luglio, ha carbonizzato circa 28,5 miglia quadrate (74 chilometri quadrati) di cespugli secchi e legname a partire da domenica notte. Il fuoco stava minacciando la cittadina di Markleville, vicino al confine di stato tra California e Nevada. Le autorità hanno detto di aver distrutto almeno due edifici.

Un avviso pubblicato sabato sul Death Ride di 103 miglia (165 chilometri) ha affermato che diverse comunità della zona sono state evacuate e che a tutti i ciclisti è stato ordinato di evacuare l’area. L’incendio ha lasciato migliaia di ciclisti e spettatori bloccati nella cittadina mentre correvano per uscire.

READ  Weather Network - I meteorologi stanno ancora osservando da vicino un impatto unico sulla Florida, nel Canada orientale

Kelly Bennington e la sua famiglia erano in campeggio venerdì vicino alla città in modo che suo marito potesse prendere parte al suo nono volo quando gli è stato chiesto di partire. Hanno visto il fumo salire per tutto il giorno, ma sono rimasti sorpresi dalla rapida diffusione del fuoco.

“È successo molto rapidamente”, ha detto Bennington. “Abbiamo lasciato le nostre tende, un’amaca e del cibo, ma abbiamo preso la maggior parte delle nostre cose, abbiamo spinto i nostri due bambini in macchina e siamo partiti”.

Circa 800 vigili del fuoco sono stati assegnati a spegnere l’incendio entro domenica notte, “con un’enfasi sulla conservazione della vita e delle proprietà proteggendo i punti delle strutture e mettendo in atto linee di contenimento ove possibile”, ha affermato il servizio forestale degli Stati Uniti.

Un incendio nelle montagne dell’Oregon nord-orientale era cresciuto fino a raggiungere più di 18 miglia quadrate (48 chilometri quadrati) domenica. L’Elbow Creek Fire che è iniziato giovedì ha portato all’evacuazione in diverse piccole comunità remote intorno al fiume Grand Ronde a circa 30 miglia (50 chilometri) a sud-est di Walla Walla, Washington. Era contenuto al 10%.

I funzionari hanno affermato che le caratteristiche naturali dell’area agiscono come una soppressione del vento che alimenta gli incendi e li rende imprevedibili.

Il National Interagency Fire Center ha dichiarato che circa 70 grandi incendi e un complesso di incendi multipli hanno bruciato circa 1.659 miglia quadrate (4.297 chilometri quadrati) negli Stati Uniti. Il servizio forestale degli Stati Uniti ha affermato che almeno 16 grandi incendi si sono verificati nel solo Pacifico nord-occidentale.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x