L’abisso tra Ben Simmons e le sue possibilità

Beh, è ​​stato un disastro. Ben Simmons ha lanciato alcuni bei passaggi di transizione e ha ottenuto il suo passo, e questo è stato dalla sua prima scelta assoluta contro i Falcons, non solo in gara 7 ma per la maggior parte della serie.

Ha effettuato quattro tiri domenica sera, sei in gara 6 e quattro in gara 5, quando ha anche tirato 4 su 14 dalla traversa dei tiri liberi. Non è esagerato dire che i Simmons sono costati ai Sixers la loro stagione. Dovrebbe essere un compagno di spicco. Scottie Pippen e Kevin McHale. O forse qualcosa di un po’ meno ovvio ma non per questo meno ovvio, il fluido in cui suona il meccanismo, Draymond Green con un atletismo infido e una testa più fredda.

Vuoi guardare i Sixers e pensare che Joel Embiid sia la star, la spina dorsale, ma Ben Simmons tiene insieme l’intero progetto. Amici miei, Ben Simmons non lo fa. Ci sono momenti in cui quello che sta facendo non è chiaro. Non è nascosto. È semplicemente silenzioso. Nervi forti, mancanza di comprensione, qualunque cosa. Quattordici tiri in tre grandi partite. umiliare le cose.

Due stagioni faranno tendenza? Simmons si è fatto male l’anno scorso quando i Sixers stavano inseguendo una lotteria al primo turno contro Boston e si sono impadroniti di Brett Brown, ma nel 2019 contro i Raptors, quell’inclinazione cruciale quando Kouhai ha colpito ogni parte del bordo in rotta verso il campionato, era evidente . Mite: 4-5 in 42 minuti, cinque assist e cinque trasformazioni. Questo non era esattamente insolito nel suonare. Il suo punteggio medio per la serie è a malapena un sondaggio a due cifre.

READ  In mezzo al Coronavirus, i bambini di quarta elementare offrono un viaggio in California

Ci sono altri numeri spaventosi da lanciarci, ma guardare Simmons e valutare la sua presenza è tutto ciò che devi fare. Un uomo non è assertivo quando è importante. Ha 34 playoff alle spalle e continuano a vivere nella memoria come i giorni in cui non succedeva nulla. Non c’è stato nessun arrivo da Simmons, e non c’è stata una grande performance per il segno dell’Acqua in un paio d’anni da quando non è riuscito a far quadrare i conti. Devi ancora usare la tua immaginazione con esso. Tra poche settimane compirà 25 anni. Jeff Grinch sta diventando troppo piccolo per riposare.

Sembra sciocco dire che Giannis è entrato a malapena nel box contro i Nets sabato scorso – 15 per 24, 40 punti e 13 piatti – ma c’è un’innegabile instabilità nel suo gioco. Probabilmente il modo migliore per dirlo è che è andato 8-14 sulla linea, rimandando due tentativi e pensando di essere morto su tutti loro. È la natura costante di questa stella con braccia dure e raggio limitato, e appare nel mio campionato dove le riprese hanno assunto così tanta importanza. È fantastico, è un talento storico… e ti senti più a tuo agio con la palla nelle mani di Chris Middleton. Giannis sembra più vicino alla pace con questo come un MVP può ottenere il doppio. Ha il potere di rivendicare gli iso a fine partita, ma non lo fa. Si ritrae, non per paura – continuando ad andare avanti in questi tre, cercando invano di mantenere onesta la difesa – tanto quanto è consapevole dei suoi limiti. Sembra una cosa semplice, ma non lo è, afferrando il fatto che si può essere eroici senza fare l’ultimo colpo. Giannis ha trovato un’app quasi perfetta per il gioco che possedeva, non quella che avrebbe voluto avere. Ha un buco inconfondibile, beh, ci sono 46 minuti in cui può aggirarlo, spesso con effetti sorprendenti.

READ  7 cose interessanti da fare nel Golfo questo fine settimana, dal 19 al 21 febbraio

Quindi Ben Simmons non può approssimare questo approccio, vero? A nessuno viene chiesto di assumersi l’onere di segnare o portare avanti l’attacco dei Sixers per lunghi periodi, ma dovrebbero esserci alcuni momenti in ogni partita in cui decide che è ora di fare qualcosa.

È dura, perché i Sixers hanno molti buoni giocatori. Ad ogni viaggio da solista sulla Terra, non è irragionevole lasciare che Tobias Harris o Seth Curry cucinino. Therese è un maxi, anche di notte lo senti. Ma un aspetto chiave dell’essere una stella NBA è che di tanto in tanto dici ai tuoi compagni di squadra di togliersi di mezzo, far saltare in aria il difensore e prendere un secchio. La prossima volta: lo stesso. Possesso numero tre: il trucco e trovare lo shooter aperto. Simmons Potresti Fai questo. (Soprattutto l’ultima parte, è un grande passante.) Ciò che è chiaro alla fine del capitolo 4 della sua quarta stagione da professionista è che sta prestando attenzione al potenziale per provare e fallire in una competizione che tutti guardano.

Forse questa è una sorta di conoscenza di sé. Probabilmente sa di avere un terrore da palcoscenico che rende impossibile quello che gli abbiamo visto fare in una stagione regolare mercoledì nei playoff, ovvero che è fisicamente frustrato. Tendiamo a pensare alla paura come a un velo che solo gli atleti devono superare, ma può essere molto più terrificante di così. Probabilmente quello che facciamo in effetti quando diciamo a Simmons di sparare di più, allungare le gambe e attaccare la corsia, è dirgli di inciampare, inciampare e fallire, perché è malato, e non vede molto bene il bordo e il polso è di circa per esplodere nella sua fronte. Può andare 3 contro 4 o può andare 6 contro 19. Queste sono le opzioni disponibili. Non è che tutti quelli che hanno paura di parlare in pubblico stiano dietro il podio solo per scoprire che la loro ansia brucia come la nebbia mattutina. Alcune persone balbettano e sudano sotto le luci. Si scopre che hanno valutato correttamente le loro debolezze.

READ  Tilda Swinton dà vita alla moda di Pasolini alla Fiera di Roma معرض

Il problema irrisolvibile è che Ben Simmons lavora in una qualche forma di spettacolo. Questa è la millesima colonna che si muoverà oggi intorno alla sua ascesa, a breve distanza. Non sembra, in questo momento, proprio così? Questo è un pensiero deprimente, che non dovrebbe perseguitare la carriera di questo giocatore stranamente elegante e di talento.

I Sixer dovranno capire cosa fare con Simmons in questa bassa stagione, costruirli o spedirli fuori, ma un dramma umano più avvincente avrà luogo sotto il solito discorso di accordi estivi, brontolando su cosa avrebbe potuto essere e brontolando su cosa avrebbe potuto essere. C’è un ponte tra Ben Simmons e il suo potenziale, o i due personaggi si desiderano l’un l’altro attraverso l’abisso?

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x