Lachlan Murdoch fa causa a un quotidiano australiano per un articolo che collegava la dinastia Fox News il 6 gennaio

Lunedì, Crikey ha pubblicato un file lettera aperta E ha pubblicato un annuncio a tutta pagina sul New York Times, sfidando Murdoch a citare in giudizio l’azienda. Martedì, Murdoch ha fatto proprio questo.
La battaglia legale mette in luce gli ostacoli che Murdoch deve affrontare nel tentativo di prendere le distanze dall’ex presidente Donald Trump. le sue fonti In precedenza ha detto alla CNN Business Murdoch non è d’accordo con il modo in cui si è comportato l’ex presidente. Mette inoltre uno dei dirigenti dei media più potenti del mondo in una posizione eccezionale per citare in giudizio un’altra società di media.
Il 29 giugno Crikey ha pubblicato un file editoriale Con il titolo: “Trump è un traditore confermato e Murdoch è un cospiratore non accusato”. Il pezzo è stato pubblicato a breve Dopo l’aiuto dell’ex Trump alla Casa Bianca, Cassidy Hutchinson Brillante testimonianza davanti al comitato di selezione il 6 gennaio – uno dei più sorprendenti rimproveri pubblici al comportamento dell’ex presidente il giorno dell’attacco.

L’editoriale di Crikey menziona il nome di Murdoch due volte, inclusa una nel titolo e una nell’ultima frase, sebbene non menzioni specificamente Lachlan Murdoch. L’editoriale invita i commentatori della Fox a continuare “a promuovere la falsità delle elezioni rubate e a minimizzare la ribellione creata da Trump”.

L’ultima riga dell’editoriale conclude che “la famiglia Murdoch e molti altri commentatori tossici di Fox News sono i cospiratori non condannati di questa crisi in corso”.

in lettera apertaIl caporedattore di Crikey, Peter Fry, ha affermato che “Murdoch” nel titolo dell’editoriale “si riferisce chiaramente” a Rupert Murdoch, padre di Lachlan Murdoch, presidente della Fox Corp.
Cricky dice di essere stato in contatto con l’avvocato di Murdoch e il sito di notizie Pubblica quei messaggi Lunedi. Il sito di notizie ha detto che Murdoch Denunciare il sito per diffamazione e che gli avvocati di Murdoch affermano che l’editoriale contiene “accuse eclatanti di condotta criminale e cospirazione” e che l’articolo contiene “calunnie altamente false e diffamatorie su di lui”.

Murdoch ha citato in giudizio Private Media, editore di Cricket, martedì. In una dichiarazione di accusa vista dalla CNN Business, Murdoch ha affermato di aver inviato una notifica di preoccupazioni a Private Media a giugno.

READ  La depressione tropicale arriva in Nuova Scozia

Circa 20 minuti dopo, l’articolo è stato rimosso dal sito, secondo la dichiarazione. Lo dice il sito dei media stesso Il pezzo di opinione è stato originariamente cancellato dopo la denuncia iniziale di Murdoch, ma “dopo aver fallito nel raggiungere un accordo, da allora ha ripreso l’attività”.

Le parti hanno quindi proceduto a parlare attraverso i loro avvocati per diverse settimane, durante le quali Murdoch ha chiesto due volte di “risolvere la controversia offrendo scuse”.

Cinque giorni dopo la seconda richiesta, i media privati ​​”hanno riferito di” attenersi “all’articolo”, secondo la dichiarazione. Quindi Murdoch ha intentato causa.

La dichiarazione dell’accusa sostiene che l’articolo era diffamatorio nei confronti di Murdoch osservando che “ha cospirato illegalmente con Donald Trump per annullare il risultato delle elezioni presidenziali del 2020” e con “un numero significativo di commentatori di Fox News” per lo stesso scopo.

Un rappresentante di Murdoch ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Un tribunale australiano afferma che le società di media sono responsabili dei commenti sulle loro pagine Facebook
cricket Egli ha detto In una dichiarazione era pronta a difendersi.

“Vogliamo difendere queste accuse in tribunale. Nelle lettere del tuo avvocato hai chiarito che intendi intraprendere un’azione giudiziaria per risolvere questa presunta diffamazione”, hanno affermato Frey ed Eric Beecher, presidente di Private Media. “Siamo determinati a lottare per l’integrità e l’importanza di diversi media indipendenti nella democrazia australiana”.

Kreki ha anche detto che “si attiene alla sua storia e non vede l’ora di difendere il giornalismo indipendente di interesse pubblico in tribunale contro le risorse significative di Lachlan Murdoch”.

Il post solo online afferma di avere 20.000 abbonati che pagano A $ 199 ($ ​​141) all’anno per accedere.

“Questo è un enorme caso di diffamazione per gli australiani perché la persona che lo ha sollevato è il figlio di Rupert Murdoch e il CEO di Fox”, ha affermato Belinda Barnett, docente di media senior presso la Swinburne University in Australia.

READ  Il Senato dell'Arizona emette un nuovo mandato di comparizione per rivedere le elezioni presidenziali del 2020

“Gli australiani seguiranno tutto come un gioco sportivo”, ha aggiunto.

– Michelle Toh ha contribuito a questo rapporto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x