L’Algeria convoca il suo inviato in Marocco, la disputa sul Sahara occidentale | Notizie dal Medio Oriente

Il ministero degli Esteri algerino afferma che la mossa è legata ai commenti fatti dall’inviato delle Nazioni Unite del Marocco sulla regione algerina della Cabilia.

Il ministero degli Esteri algerino ha richiamato il suo ambasciatore in Marocco e ha accennato a ulteriori azioni nell’ultima escalation di tensione tra i due vicini nordafricani sulla regione contesa del Sahara occidentale.

Il ministero ha affermato che la mossa è legata ai commenti dell’inviato del Marocco alle Nazioni Unite, Omar Hilale, sulla regione della Cabilia in Algeria, dopo che l’inviato ha guidato la regione nella decennale disputa sul Sahara occidentale, che anche il Marocco ha rivendicato. Il Fronte Polisario, appoggiato dall’Algeria.

Hilal aveva convocato una riunione del Movimento dei non allineati per “il diritto all’autodeterminazione dei popoli della regione della Cabilia” in riferimento alla minoranza algerina di lingua berbera.

Aveva suggerito all’Algeria di non negarlo pur sostenendo il diritto all’autodeterminazione del Sahara occidentale.

Il Fronte Polisario si batte per l’indipendenza del Sahara Occidentale, colonia spagnola fino alla metà degli anni ’70, oggi in gran parte occupata e amministrata dal Marocco.

Il confine terrestre tra Algeria e Marocco è stato chiuso dall’inizio degli anni ’90 per motivi di sicurezza, esacerbando gli attriti tra Algeri e Rabat le cui relazioni sono peggiorate a causa del conflitto.

READ  Alla rivoluzione in miniatura di Trump manca un megafono | Donald Trump News

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x