L’allenatore del Galles accetta le pressioni mentre gli Springboks incombono dopo la sconfitta dell’Italia

Ct del Galles Wayne Bivak (Getty)

Galles pullman Wayne Bivac Capisce di essere in un lavoro “in cui tutti guardano ogni tua mossa” dopo una deludente sconfitta contro l’Italia.

Implacabile per Pivac e la sua squadra, il Galles ora affronta l’arduo compito di un tour di tre test in Sud Africa a luglio.

Il Galles non aveva battuto il campione del mondo Springboks in Sud Africa in 10 tentativi precedenti e la straordinaria vittoria per 22-21 dell’Italia a Cardiff sui campioni in carica a Pivach li ha visti finire quinti nel Campionato Sei Nazioni.

Significa anche che Bivak ha supervisionato solo quattro vittorie su 12 partite per il Galles da quando ha vinto il titolo l’anno scorso.

critica giustificata

Il 59enne neozelandese ha detto, mercoledì, di non essere rimasto colpito dalle critiche dopo la partita con l’Italia.

“No, le critiche personali non fanno male perché è un affare che sai dove tutti osservano ogni tua mossa”, ha detto.

“Pensavo fossimo abbastanza bravi (per battere l’Italia), ci siamo impegnati abbastanza e avremmo potuto vincere quella partita un paio di volte.

“La verità è che non l’abbiamo fatto, quindi prendi ciò che ne deriva e molto è giustificato”.

Bivac ha mantenuto Dan Biggar come capitano del Galles, anche se Alon Wayne Jones è nella rosa di 33 uomini che l’allenatore ha annunciato mercoledì per affrontare il Sud Africa.

FlyHal Biggar ha preso il timone del Campionato Sei Nazioni di questa stagione, mentre il veterano Jones ha continuato la sua guarigione da un problema alla spalla di vecchia data.

READ  Come vedere la partita di Serie A online e in TV stasera

Banda del Galles:

attaccanti: Rhys Curry, Wayne Jones, Gareth Thomas, Ryan Elias, Dewey Lake, Sam Barry, Leon Brown, Thomas Francis, Dillon Lewis, Adam Bird, Ben Carter, Alon Wayne Jones, Will Rowlands, Tyne Basham, Taulupe Valletau, Dan Lydiat, Josh Navidi, James Ratti, Tommy Revell

il loro aspetto: Gareth Davis, Kieran Hardy, Tomos Williams, Gareth Anscombe, Dan Biggar (capitano), Rhys Patchel, George North, Nick Tompkins, Owen Watkin, Jonny Williams, Josh Adams, Alex Cuthbert, Louis Rhys Zammit, Liam Williams

L’ex capitano Jones, 36 anni, il giocatore di rugby più decorato di tutti i tempi, è tornato per il Galles dopo la sconfitta contro l’Italia.

“Dan ha fatto davvero bene nel Sei Nazioni ed è tornato con un licenziamento piuttosto grande”, ha detto Bivak.

“Ha giocato un po’ a rugby e vogliamo che raggiunga la sua cintura come seconda elementare e sia il miglior giocatore su cui può concentrarsi”.

Gli Ospreys sono stati richiamati a George North 14 mesi dopo il suo ultimo test dopo un infortunio al ginocchio, mentre erano inclusi anche la coppia sotto copertura del flanker del Leicester Tommy Reffell e il numero 8 del Cardiff James Ratti.

La prima audizione è stata a Pretoria il 2 luglio, con la serie che è continuata a Bloemfontein prima di concludersi a Cape Town.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x