L’Arabia Saudita conferma i recenti colloqui con l’Iran | notizie di politica

Il ministro degli Esteri, il principe Faisal, ha dichiarato che il quarto round di negoziati tra i due arcirivali in Medio Oriente si è svolto il 21 settembre.

L’Arabia Saudita ha avuto colloqui con il suo nemico regionale Teheran il mese scorso mentre i colloqui continuavano ad allentare le tensioni sotto il presidente conservatore iraniano Ebrahim Raisi.

Il ministro degli Esteri saudita, il principe Faisal bin Farhan Al Saud, ha dichiarato domenica che “il quarto round di colloqui si è svolto il 21 settembre”.

“Queste discussioni sono ancora in fase esplorativa e speriamo che gettino le basi per affrontare le questioni tra le due parti”, ha detto a Riyadh durante una conferenza stampa congiunta con il capo della politica estera dell’Unione europea, Josep Borrell.

Il principe Faisal non ha rivelato il luogo dell’incontro né il livello di rappresentanza, mentre Borrell ha accolto con favore i colloqui tra Arabia Saudita e Iran.

Iran e Arabia Saudita, da parti opposte in molteplici conflitti in Medio Oriente, sono impegnati in colloqui da aprile ai massimi livelli dalla rottura dei legami nel 2016.

I colloqui sono iniziati sotto l’ex presidente iraniano Hassan Rouhani, che è stato sostituito da Raisi ad agosto. I primi tre round di colloqui tra Arabia Saudita e Iran si sono svolti in Iraq.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Saeed Khatibzadeh ha dichiarato il 23 settembre che i colloqui hanno portato a “seri progressi” per quanto riguarda la sicurezza del Golfo.

parti opposte

Arabia Saudita e Iran hanno sostenuto per anni fazioni opposte nei conflitti regionali e nelle differenze politiche in Siria, Libano e Iraq, e Riyadh ha guidato una coalizione araba che intraprende una guerra contro il movimento Houthi allineato all’Iran nello Yemen dal 2015.

READ  La cantante di Girls Aloud Sarah Harding muore a 39 anni di cancro al seno

Riyadh e Teheran hanno affermato di sperare che i colloqui attenuino le tensioni minimizzando le aspettative di un’importante svolta diplomatica.

Borrell ha detto di aver toccato la situazione in Yemen durante la sua visita a Riyadh, dove incontrerà anche il presidente yemenita Abd Rabbo Mansour Hadi.

“Quello che sta accadendo in Yemen è una terribile tragedia per le persone lì e ha un impatto sull’intera regione”, ha detto Borrell.

L’Arabia Saudita è intervenuta nella guerra dello Yemen per conto del governo riconosciuto a livello internazionale nel 2015, poco dopo che i ribelli Houthi hanno preso il controllo della capitale, Sanaa.

I combattenti hanno ripetutamente preso di mira il regno con attacchi transfrontalieri.

Il conflitto in Yemen ha ucciso decine di migliaia e milioni di sfollati, portando a quella che le Nazioni Unite descrivono come la peggiore crisi umanitaria del mondo.

Mentre le Nazioni Unite spingono per la fine della guerra, gli Houthi hanno chiesto la riapertura dell’aeroporto di Sanaa, chiuso sotto il blocco saudita dal 2016, prima di qualsiasi cessate il fuoco o negoziato.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x