L’astronauta SpaceX Inspiration4 condivide uno sguardo dietro le quinte alla “prima luce” di una finestra spaziale più grande

L’astronauta di SpaceX Inspiration4 Sian Proctor ha condiviso un primo sguardo dietro le quinte su come è stato per il primo equipaggio di astronauti completamente privato al mondo vedere per la prima volta la più grande finestra mai vista sullo spazio.

Davanti alla telecamera: Hayley Arsenault, ora il più giovane astronauta americano della storia e la prima persona in assoluto a volare nello spazio (o in orbita) con una protesi interna. Mission: Inspiration4, la creazione filantropica del miliardario e CEO Jared Isaacman, si è concentrata molto sulla raccolta di fondi (e sulla divulgazione) per il St. Jude Children’s Hospital e sulla lotta contro il cancro infantile. Mentre molti netizen sarebbero più che desiderosi di sottolineare, Isaacman avrebbe tecnicamente potuto donare ~ 10% – non ~ 5% – del suo patrimonio netto e ciò è stato fatto, ha deciso invece di impegnare $ 100 milioni a St. Good e Sponsorizza il primo volo spaziale orbitale al mondo completamente presidiato.

I voli spaziali orbitali speciali non sono unici: altri sette clienti della propulsione sono volati in orbita e sono tornati nel 21° secolo. Ma ciò che Jared ha immaginato è. Invece del mix meno stimolante di chiunque sia abbastanza ricco da pagare quasi $ 20-40 milioni per un posto, Isaacman ha scelto di invitare tre persone relativamente normali per un giro e persino di ritirare uno dei tre “biglietti” per qualsiasi americano disposto a donare $ 10 . o più per combattere il cancro infantile. Un passo avanti grazie all’ottima e trasparente presenza sui social, Milioni Così tante persone da tutto il mondo dovrebbero seguire i progressi della missione, guardarne una gran parte dal vivo, e in generale provare soggezione per un importante passo avanti per il volo spaziale ed essere ispirati da uno degli equipaggi di astronauti più eclettici e casuali di tutti i tempi .

READ  La "Luna piena di neve" di questo fine settimana dividerà in due il Nord America e darà vita al "Festival delle Lanterne" in Asia
Il comandante Jared ‘Rock’ Isaacman ha una delle migliori viste nello spazio di sempre. (SpazioX)

Ancora più importante, milioni di persone (o almeno centinaia di migliaia, per ora) non avrebbero indirettamente sperimentato la pura felicità di un primo sopravvissuto al cancro tropicale che sperimenta per la prima volta la più grande finestra continua mai lanciata nello spazio. tempo. Ufficialmente noto come “The Dome”, SpaceX ha progettato, progettato, costruito, qualificato e pilotato l’enorme finestra della cupola in meno di un anno dall’inizio alla fine.

Con una larghezza di circa 1,2 m (3,9 piedi) e una larghezza interna di circa 0,8-1 m (2,5-3,2 piedi), la cupola Inspiration4 può fornire un volume interno inferiore rispetto alla cupola della Stazione Spaziale Internazionale, decennale della NASA, ma compensa il spazio angusto. Con la più grande finestra senza soluzione di continuità mai volata nello spazio. Forse costituito da diversi strati di cupole acriliche non dissimili dalle ‘bolle’ che si possono incontrare negli acquari, lo ‘strato’ più interno del Dragon Dome ha uno strano colore marrone ma il vetro (tecnicamente di plastica) è ancora completamente trasparente. Non ha ” frame” o interrompe tranne dove si attacca al veicolo spaziale stesso.

Fortunatamente, da tutte le apparenze, questo marrone, forse una sorta di rivestimento ottico o pigmento che riduce l’abbagliamento, non è facilmente distinguibile dall’interno verso l’esterno. Invece, la finestra praticamente ininterrotta si dissolve nel nulla completamente visibile, fornendo quella che deve essere una delle migliori viste disponibili nello spazio.

I tecnici di SpaceX si stanno preparando per installare la più grande finestra nello spazio mai costruita sulla Crew Dragon. (SpazioX)
Battaglia delle cupole!

Dato che SpaceX ha trasformato il Dragon Dome da un’idea in una realtà nel giro di un anno e per un cliente, è difficile immaginare ulteriori miglioramenti che potrebbero essere apportati alla futura navicella spaziale Dragon. Già, un dirigente senior di SpaceX afferma che la società sta seriamente considerando di costruire uno o più nuovi draghi solo per lanciare astronauti speciali dopo aver ricevuto un enorme aumento della domanda di biglietti per l’orbita. Anche prima che Inspiration4 crollasse, il CEO Elon Musk aveva promesso che i voli futuri avrebbero offerto Internet in volo e cibo caldo con l’aggiunta di un piccolo forno/riscaldamento e la connessione alla costellazione di satelliti Starlink dell’azienda.

Se SpaceX dovesse costruire un nuovissimo Dragon solo per rilasciare i suoi omaggi, probabilmente implementerebbe importanti modifiche al design purché non riduca significativamente la sicurezza. Dato che un drago esclusivamente volante non dovrebbe mai preoccuparsi di attraccare in orbita, SpaceX potrebbe persino essere in grado di modificare il muso e rendere la cupola più ampia e più alta. Le possibilità possono essere lontano È infinito, ma il fatto che SpaceX consideri una modifica estrema come il Dome che ha volato su Inspiration4 in primo luogo suggerisce che l’azienda è molto più fiduciosa – e più disposta a fare grandi cambiamenti – di quanto si potesse immaginare in precedenza.

L’astronauta SpaceX Inspiration4 condivide uno sguardo dietro le quinte alla “prima luce” di una finestra spaziale più grande






Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x