L’Austria inizia il blocco nazionale per combattere l’epidemia di infezione

Emily Schulthes, The Associated Press

Pubblicato domenica 21 novembre 2021 6:49 EST

Ultimo aggiornamento domenica 21 novembre 2021, 19:32 EST

Vienna (AFP) – L’Austria è entrata lunedì in un blocco nazionale per combattere l’epidemia di casi di coronavirus, una mossa che è seguita da vicino da altri governi europei alle prese con un focolaio nazionale che mette a dura prova i sistemi sanitari.

Queste azioni dovrebbero durare per un massimo di 20 giorni ma verranno rivalutate dopo 10 giorni. Richiede alle persone di rimanere a casa tranne che per motivi essenziali come fare la spesa, andare dal medico e fare esercizio. I ristoranti e la maggior parte dei negozi dovrebbero essere chiusi e i grandi eventi annullati. Scuole e asili nido possono rimanere aperti, ma i genitori sono incoraggiati a tenere i figli a casa.

L’Austria spera di revocare queste misure il 13 dicembre, ma potrebbe mantenere un ulteriore blocco sui non vaccinatori.

Le nuove misure di blocco sono iniziate un giorno dopo che molti austriaci si sono frettolosamente goduti un ultimo giorno nei caffè e nei mercatini di Natale in tutto il paese.

I mercatini di Natale nel centro di Vienna di domenica erano pieni di gente desiderosa di comprare regali e godersi un ultimo giro di bevande calde e cibo. Al Mercatino di Natale di Freiung a Vienna, Alexandra Lisewicz e sua sorella Anna hanno sorseggiato vin brulé e dato pugni in mezzo a bancarelle di legno e sotto le scintillanti luci natalizie.

“È l’ultima possibilità di sentire il tempo e le sensazioni del Natale”, ha detto Alexandra Lisevich.

Le sorelle hanno detto di sentirsi più fortunate della maggior parte, che il loro lavoro non sarà influenzato dalla chiusura. Ma non sono ottimisti sul fatto che le cose si apriranno rapidamente come sperano le autorità.

READ  McConnell sollecita la rimozione del Progetto 1619 dai programmi di sovvenzioni federali

“Sarebbe strano se in 20 giorni dicessero: ‘Okay, per le persone che sono state vaccinate, sei libero di andare,’ se gli ospedali sono ancora sovraffollati”, ha detto Anna Lesevich. “Questo è l’unico motivo per cui abbiamo anche bisogno di chiudere.”

Il cancelliere Alexander Schallenberg ha anche annunciato venerdì che anche l’Austria introdurrà un mandato per il vaccino dal 1° febbraio. I dettagli su come funzionerà l’autorizzazione non sono ancora chiari.

In un’intervista di domenica al quotidiano Kurier, Schallenberg ha affermato che è “triste” che il governo austriaco abbia fatto ricorso a un mandato per garantire che venisse vaccinato un numero sufficiente di persone. Meno del 66% degli 8,9 milioni di abitanti dell’Austria è stato vaccinato, uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale.

Sabato l’Austria ha registrato 15.297 nuovi contagi, dopo una settimana in cui i casi giornalieri hanno superato i diecimila. Gli ospedali, in particolare quelli nelle aree più colpite di Salisburgo e dell’Alta Austria, sono sopraffatti dall’aumento del numero di pazienti affetti da coronavirus nelle unità di terapia intensiva.

Schallenberg ha affermato che lui e altri funzionari speravano quest’estate che un nuovo blocco non sarebbe stato necessario ed è stata una decisione difficile imporre un divieto che colpisca le persone che sono state vaccinate.

“È difficile limitare di nuovo le libertà delle persone, credimi anche tu”, ha detto.

Le nuove misure, in particolare il mandato per il vaccino, hanno incontrato una forte opposizione tra alcuni austriaci e scettici sui vaccini. La manifestazione di sabato nella capitale, Vienna, ha attirato 40.000 persone, secondo la polizia, compresi membri di partiti e gruppi di estrema destra.

READ  Pelosi presenta una risoluzione che istituisce un comitato ristretto per indagare sull'ammutinamento del Campidoglio

Il ministro dell’Interno Karl Nehamer ha dichiarato domenica che la scena della protesta anti-coronavirus nel paese si sta trasformando in estremismo.

“Un gruppo di persone molto diversificato” ha preso parte alle proteste anti-vaccinazione, secondo l’agenzia di stampa austriaca citando Nahamer, aggiungendo che ha interessato cittadini, estremisti di destra e neonazisti.

Il blocco è la misura più severa che i funzionari austriaci hanno introdotto per combattere una quarta ondata di contagi e decessi. All’inizio di questo mese, il governo ha cercato per la prima volta di fare pressioni sulle persone non vaccinate per fare un’iniezione, vietando loro di andare in ristoranti, hotel e grandi eventi. Quindi i funzionari hanno implementato misure di blocco solo per le persone non vaccinate.

Domenica, Nahamer ha detto che la polizia ha condotto 150.000 controlli in una sola settimana per vedere se le persone fuori dalle loro case rispettavano le nuove regole, secondo l’APA.

Al mercatino di Natale della domenica sulla famosa Rathausplatz di Vienna, Rene Schlosser e Sylvia Weidnauer sorseggiano vino in bicchieri rossi a forma di cuore. Sono venuti per un giorno dalla loro casa di Waldviertel, in Austria, per dare un’occhiata ai mercati prima che tutto chiudesse.

“Devi accettarlo”, ha detto Widenauer della chiusura. “Non c’è altra scelta. Tutto quello che puoi fare è sperare che abbia un impatto reale in questi giorni in cui tutto è chiuso”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x