L’Austria pone fine alle restrizioni di blocco sulle persone vaccinate

L’Austria ha posto fine alle restrizioni di blocco delle persone vaccinate in gran parte del paese domenica, tre settimane dopo aver reimposto regole rigorose per combattere una crescente ondata di infezioni da coronavirus.

Le regole, che variano a seconda della regione all’interno del paese, consentono in gran parte la riapertura di teatri, musei e altri luoghi culturali e di intrattenimento domenica. I negozi seguiranno lunedì.

Alcune aree riapriranno ristoranti e hotel domenica, mentre altre aspetteranno fino a fine mese. In tutti i casi, nei ristoranti ci sarà il coprifuoco alle 23 e sarà comunque obbligatorio l’obbligo di mascherine sui mezzi pubblici e all’interno di negozi e luoghi pubblici.

Il cancelliere Karl Nahammer ha descritto la mossa la scorsa settimana come “un’apertura con la cintura di sicurezza”, dando a ciascuna delle nove regioni austriache la possibilità di allentare o rafforzare le restrizioni in base alla situazione locale.

Le persone non vaccinate rimarranno soggette a restrizioni di blocco e dovranno rimanere a casa per tutti tranne alcuni motivi specifici, come fare la spesa, andare dal medico o fare esercizio.

Dall’inizio del blocco, il numero di nuovi casi è crollato nel piccolo paese alpino. Venerdì, l’Austria ha riportato 367,5 nuove infezioni ogni 100.000 abitanti, in calo rispetto a 1102,4 il primo giorno del blocco a novembre.

Tuttavia, i ricoveri ospedalieri per il virus non sono diminuiti così drasticamente come il numero di nuovi casi. Attualmente ci sono 567 pazienti affetti da coronavirus nelle unità di terapia intensiva in tutto il paese, in calo solo leggermente rispetto ai 572 del primo giorno del blocco del mese scorso.

I funzionari austriaci hanno sottolineato che sono necessari alti tassi di vaccinazione per controllare il virus. Solo il 67,7% della popolazione è completamente vaccinato, un tasso relativamente basso nell’Europa occidentale, e il governo ha adottato misure per esercitare una crescente pressione sugli individui non vaccinati per ottenere il vaccino.

READ  Gli incendi minacciano migliaia di case in California mentre combattono gli incendi negli Stati Uniti occidentali

Tra queste misure c’è il mandato nazionale per un vaccino, che entrerà in vigore a febbraio per tutti i residenti dai 14 anni in su. Coloro che non si adeguano andranno incontro a multe fino a 3.600 euro (circa 4.000 dollari USA).

Decine di migliaia di persone hanno protestato in tutto il paese nelle ultime settimane, contro le restrizioni di blocco e il mandato per un prossimo vaccino. La polizia ha detto che la manifestazione di sabato nella capitale, Vienna, ha attirato 44.000 persone.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x